Serie A1 volley femminile: Monza stende Conegliano. È al comando con Scandicci

Serie A1 volley femminile, Monza e Scandicci in testa alla classifica. La squadra brianzola stende 3-1 una Conegliano irriconoscibile, che manifesta le prime vere crepe dopo due anni di successi incontrastati. Le toscane, a valanga su Busto, si confermano quarto incomodo del torneo.

Giornata di risultati importanti in Serie A1 volley femminile: la Monza di Marco Gaspari si prende il primato stendendo in quattro set un’irriconoscibile Imoco Volley Conegliano (25-23; 20-25; 25-27; 13-25), cui la sola attenuante può essere una condizione fisica scalfita dal Covid-19, che lascia ai box the “queen” De Kruijf.

Va dato atto alla squadra brianzola di non essere uscita dal match dopo aver perso il primo parziale, avendo successivamente disputato una gara che resterà negli annali. Violare il Palaverde, lì dove nessuno vinceva in campionato dal dicembre 2018 (fu la Millennium Brescia ad imporsi al tie-break).

Monza si affida ai 23 punti di una scatenata Stysiak, decisiva al servizio con un paio di aces piazzati nel terzo set, che hanno contribuito ad annichilire le venete. Buone anche le prove di Rettke (15) e Davyskiba (16), con Orro che gira sempre meravigliosamente le proprie interpreti.

Serie A1 femminile volley

Dall’altra parte non è bastata un’Egonu da 28 punti e 48% di efficacia. Una Conegliano troppo rinunciataria, soprattutto nel quarto set, cede lo scalpo alle proprie avversarie. Il sestetto veneto accusa un certo scricchiolio, e il campionato rischia di riaprirsi.

Anche perché dietro ci sono squadre che corrono: Scandicci batte 3-0 Busto Arsizio (29-27; 25-20; 25-15) e, pur con diverse partite in più, si prende momentaneamente la vetta in coabitazione con Monza. Antropova (24 punti col 54%), è devastante soprattutto in battuta, con i suoi otto aces messi a referto.

Vince anche Chieri, 3-1 su una Trento ormai ultima in classifica (22-25; 25-22; 25-18; 25-23). Decisivi i 27 punti di Grobelna, mentre dall’altra parte della rete non bastano tre attaccanti (Piani, Rivero e Nizetich) tutte in doppia cifra. Chieri è sesta in classifica, inseguita da Cuneo.

Le “Gatte” si sono imposte 3-0 in casa di Vallefoglia (20-25; 23-25; 21-25), e continuano nel loro cammino da metà classifica. Ottima prestazione di Alice Degradi, completamente rimessasi dall’infortunio, decisiva con i suoi 19 punti.

Chiudono il programma le vittorie al tie-break di Roma su Firenze (25-20; 22-25; 25-21; 21-25; 12-15) e di Casalmaggiore su Bergamo (25-23; 25-22; 24-26; 22-25; 12-15). Entrambi i successi sono importanti in ottica lotta salvezza.