SBK Donington 2017 Gara-1, delusione Ducati: Davies 8°, Melandri giù dal podio

Una Gara-1 da dimenticare, quella di Donington, per i piloti Ducati. Chaz Davies è caduto all’ultima curva del giro 8, chiudendo poi 8°. Un gran peccato, vista la competitività mostrata dal pilota britannico e che, pensando ex post alla caduta di Rea, gli impedisce di recuperare punti pesanti al rivale. Marco Melandri, invece, finisce 4°, perdendo il podio per un errore nel finale dell’ultimo giro, all’interno comunque di una prestazione non molto convincente.

Chaz Davies, solo 8° in Gara-1 a Donington a causa di una scivolata (foto da: worldsbk.com)

CHAZ DAVIES (8°) –La scivolata all’ultima curva è colpa mia. Ho frenato troppo velocemente e ho perso carico sull’anteriore. Il vento non centra” – spiega deciso Davies – “La squadra ha fatto un grande lavoro, facendomi trovare stamattina una moto più stabile e maneggevole. Ho trovato confidenza e questo mi ha permesso di spingere. Non stavo guidando al limite, è stato solo un errore che ho pagato caro anche perché in quel punto della pista ci sono tante ondulazioni e se sbagli è facile finire per terra“.

Non posso dire cosa sarebbe successo se mi fossi trovato a battagliare con Tom per la vittoria” – prosegue il ducatista – “Quello che è certo è che non mi sono mai sentito così competitivo come oggi su questa pista. Guardando al lato positivo, sono riuscito a tornare in sella e portare a casa punti importanti per il campionato. Domani sono pronto a riprovarci“.

MARCO MELANDRI (4°) –Da fastidio perdere così il podio, ma la cosa che più mi preoccupa è il non poter spingere come potrei, a causa del fatto che ho poca confidenza all’anteriore. Poi ci si è messo anche il vento” – afferma il ravennate – “Ogni volta che proviamo a modificare qualcosa peggioriamo anzichè migliorare. E’ inutile giraci attorno, non guido la moto al 100%. Ho impiegato quattro, cinque giri per passare Laverty e Mercado, mentre in passato, quando decidevo di passare lo facevo e basta. Adesso non ho fiducia per farlo. La squadra sta lavorando duro per cercare per trasferire sulla moto le mie sensazioni“.

Melandri, comunque, partirà dalla pole domani in Gara-2: “Credo cambi poco la situazione. Non ho il ritmo per stare davanti, partire dalla pole o dalla terza fila in fin dei conti è la stessa cosa“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo