Sampdoria-Milan 0-1, le dichiarazioni post partita di Stefano Pioli: “Vincere soffrendo serve per crescere. Siamo più forti rispetto all’anno scorso”

Nell’immediato post partita di Sampdoria-Milan 0-1, l’allenatore rossonero, Stefano Pioli ha espresso tutta la sua soddisfazione per la vittoria conquistata meritatamente sul campo di Marassi contro la squadra di Roberto D’Aversa. Queste le sue dichiarazioni.

Un gol di Brahim Diaz al 9′ del primo tempo è bastato al Milan di Stefano Pioli per avere la meglio sull’ostica Sampdoria di Roberto D’Aversa che, nonostante i vari tentativi, non è riuscita a bucare la porta dell’ottimo Maignan che tra lanci lunghi al bacio e parate decisive non poteva presentarsi in maniera migliore ai suoi nuovi tifosi, che sperano ora di dimenticare, grazie a lui, Donnarumma, accasatosi al Paris Saint Germain nelle scorse settimane.

Sampdoria-Milan: dichiarazioni post partita Stefano Pioli.
Sampdoria-Milan 0-1, dichiarazioni post partita Stefano Pioli.

Il Diavolo visto ieri sera contro i blucerchiati è una squadra che gioca bene e crea numerose palle gol, una squadra che ha rispettato le aspettative della vigilia soddisfacendo il proprio allenatore, Stefano Pioli che, nell’immediato post gara, ha analizzato nel dettaglio quanto visto in campo:

La Samp ha fatto una bella partita in fase difensiva, ci veniva a prendere anche con i due mediani, per quello abbassare Brahim Diaz ci ha aiutato ad avere superiorità per costruire e a volte lo abbiamo fatto bene. Mi è piaciuto tanto della partita nostra, soprattutto il ritmo e la voglia di cercare il secondo gol. Abbiamo fatto bene, anche la preparazione è stata buona, ero sicuro che saremmo stati pronti e che avremmo trovato un avversario forte. Abbiamo vinto una partita soffrendo ed è quello che ci serve per continuare a crescere.

Parlando poi dell’autore del gol decisivo, Brahim Diaz, Pioli ha detto:

Ci viene in mente la prestazione di Brahim con la Juve e il suo gol nello scorso campionato. Io ci ho sempre contato, ha molta personalità, crede molto in se stesso e delle volte è anche un po’ presuntuoso, ha tutto per mantenere questa posizione, siamo una squadra forte, c’è competitività e chi vuole giocare deve darsi da fare.

Concludendo quindi, il tecnico parmigiano ha affermato/confermato come la sua squadra sia più forte, o per meglio dire, più pronta rispetto allo scorso anno:

Le mie dichiarazioni le ho spiegate alla squadra, anche io mi sento più forte di quando sono arrivato e credo lo siano anche i miei giocatori. Forse avrei dovuto dire più pronti e sappiamo che gli avversari come Juve, Inter, Roma sono fortissimi, anche la Lazio e l’Atalanta, il Napoli, non faccio griglie ma so che alleno una squadra forte a cui mancano ancora dei giocatori che avevamo fuori. Dobbiamo essere competitivi e mantenere questa collaborazione di squadra. Krunic e Tonali hanno fatto un’ottima partita ma anche Saelemaekers, deve ancora trovare precisione nella giocata decisiva, ma a me è piaciuta la squadra, non pensiamo di essere perfetti perché siamo all’inizio del campionato, abbiamo sempre provato a cercare il gol e questa è la giusta mentalità. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Nicola Patrissi

Informazioni sull'autore
Maturità scientifica. Laurea in Lettere e Filosofia (Indirizzo moderno). Appassionato di scrittura, fotografia e calcio.
Tutti i post di Nicola Patrissi