Roma-Udinese, Fonseca: “Chi pensa che il nostro campionato sia finito si sbaglia. Under non è in condizione”

“È presto per convocare Zaniolo. Difficile che Mkhitaryan giochi la terza partita di fila”

Digerita la sconfitta (2-0) con il Milan, la Roma ha subito l’occasione di rifarsi. All’Olimpico (domani, ore 21:45) arriverà l’Udinese. I friulani sono reduci da due sconfitte. La prima contro il Torino in trasferta (1-0), mentre la seconda contro l’Atalanta (3-2). La formazione di Luca Gotti è al quindicesimo punti con 28 punti, non una garanzia per evitare uno sprofondamento in zona retrocessione.

Punti che servono anche ai giallorossi. Dopo la sconfitta di San Siro il quarto posto sembra essere un obiettivo arenatosi. I tre punti servono però per distaccarsi dal pressing del Napoli (impegnato proprio contro l’Atalanta) di Gattuso, distante solamente tre punti.

LE PAROLE – Nella consueta conferenza stampa, l’allenatore portoghese ha suonato la carica a squadra ed ambiente: “Chi pensa che il campionato della Roma sia finito sbaglia. Abbiamo le stesse ambizioni. Sono fiducioso che la squadra domani avrà un buon atteggiamento e una buona ambizione per vincere“.

Fonseca ha poi lasciato trasparire come per la gara di domani Mhyktharian, fresco di rinnovo fino al termine della stagione (e non solo), possa non essere del match. Il tecnico ha infatti dichiarato che l’armeno difficilmente potrà giocare la terza partita di fila. E non saranno sicuramente del match nè Zaniolo né Pau Lopez. Il numero 22 ha svolto infatti solamente due allenamenti con il gruppo, mentre il portiere spagnolo ancora non è a disposizione. Chi invece è pronto è Villar, per cui Fonseca ha aperto uno spiraglio circa una partenza da titolare.

Il tecnico lusitano ha poi risposto sulla condizione fisica della squadra, apparsa deficitaria per molti. Fonseca ha così puntualizzato: “I giocatori si sono allenati sempre bene nel “pre-campionato”. Possiamo pensare a molte cose. Il Milan ha fatto la terza partita con gli stessi giocatori, con il tempo per recuperare. Noi abbiamo fatto la seconda partita e avevamo bisogno di cambiare. Zappacosta è tornato dopo sette mesi e ha fatto la prima partita, anche Mancini era alla sua prima, così come Cristante e Kluivert. Non è una questione di non avere i giocatori in buona condizione fisica, ma è questione di ritmo. Se vogliamo che i giocatori siano pronti devono giocare in questo periodo in cui ci sono tante partite”.


Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€