Roma-Juventus 2-0, dichiarazioni post-partita di Allegri:”Abbiamo sprecato tanto, il futuro? Devo parlare con il presidente per migliorare la squadra”

Si è da poco concluso il primo posticipo della 36° giornata di Serie A, con i bianconeri impegnati all’Olimpico contro la Roma. 

Esce con una sconfitta per 2-0, con un buon primo tempo, soppiantato da una ripresa completamente differente. Ritmi bassi, poca voglia di giocare il pallone, si è spenta completamente la luce.

La squadra non aveva obiettivi da raggiungere, ma era una sfida importante per il prestigio, perché da sempre la partita con i giallorossi è una di quelle speciali. Un primo tempo dominato, con tante occasioni non sfruttate, come ammesso dallo stesso tecnico toscano. Poi la Roma è uscita fuori e ha preso fiducia:

“Stasera abbiamo fatto una buona partita, l’unico appunto è che in un primo tempo così con 3 occasioni del genere ne abbiamo sprecate tante. Dovevamo fare 9 palle gol nel primo tempo perché abbiamo dominato. Ai ragazzi non c’è da rimproverare niente, anche nel secondo tempo tenevamo la palla”.

Invece, per quanto riguarda i miglioramenti della squadra, quali siano i reparti che rinforzerebbe, dove occorre intervenire per rendere la squadra ancora più competitiva. L’anno prossimo sarà ancora più dura riuscire a vincere, bisogna avere le idee chiare su cosa si voglia ottenere:

“E’ normale che la squadra ogni anno si possa migliorare. Bisogna sempre fare la squadra equilibrata. Accanto allo stopper ci vuole il libero, eccetera. Non si possono avere due punte centrali o due che non sono punte centrali. C’è Paratici che è bravissimo nella costituzione, è normale che l’anno prossimo sarà molto più difficile”.

Sul mercato e sulla sua presenza il prossimo anno nella panchina bianconera, Allegri non ha voluto esprimersi, parlando di come ci sarà tempo per parlare con il presidente in futuro:

“Il mercato lo lascio fare a voi. Dobbiamo sederci e migliorare la squadra, è stata un’annata importante dove abbiamo portato a casa trofei. La Champions è stata anomala, come sempre, avevamo molti infortuni. Non ci siamo arrivati con le migliori condizioni”.

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega