Roma-Cagliari 3-2, le pagelle: Super Karsdorp! Non basta uno stoico Joao Pedro.

La Roma si aggiudica l’ultimo match del 2020 grazie ad una super prestazione del terzino olandese. Girandola di emozioni all’Olimpico dove i giallorossi si sono imposti per 3 a 2.

Roma-Cagliari 3-2 (Veretout, Joao Pedro, Dzeko, Mancini, Joao Pedro)

Saranno delle festività leggermente più belle per l’ambiente giallorosso che nell’ultima settimana è stato dilaniato da critiche aspre dopo la sonora sconfitta di Bergamo.

La Roma si impone contro un buon Cagliari per 32 evidenziando ancora qualche problema di concentrazione ma mostrando ciò che Fonseca voleva vedere: ovvero una reazione.

Il gol di Veretout nasce da una buonissima azione corale, ispirata da un magico Karsdorp che guadagna, meritatamente, la palma di migliore in campo in una partita che, alla vigilia, non doveva nemmeno giocare.

L’olandese dispensa assist e risulta decisivo nei momenti più delicati della partita, specie nel secondo tempo quando offre a Dzeko la possibilità del 2-1.

In mezzo ai due gol c’è stato tanto Cagliari. I Sardi giocano un match autorevole, specialmente nel secondo tempo in cui siglano il momentaneo pareggio con Joao Pedro e sfiorano il gol con Simeone che viene fermato dalla traversa.

Il carattere giallorosso esce alla distanza e sono i centrali Smalling e Mancini a chiudere la partita che viene definitivamente fissata sul 3-2 da un rigore di Joao Pedro.

La Roma gioca bene, ma non benissimo nei 90 minuti. Nonostante ciò Fonseca si gode 3 punti pesanti, contro un Cagliari ben messo e di miglior caratura rispetto alle ultime cinque partite.

Le pagelle della Roma

Mirante 6: Non può nulla sul gol di J.Pedro e ringrazia la traversa sul colpo di testa di Simeone. Per il resto partita sufficiente che si conclude prima del tempo a causa di un ennesimo infortunio. (Pau Lopez 6: Entra e subisce gol su rigore. Incolpevole.)

Mancini 6: Partita da 5 a causa di una marcatura un po troppo leggera su J.Pedro. Eppure segna il gol che ammazza la partita, permettendo alla Roma di festeggiare.

Cristante 6: Si dimostra tra i migliori in fase difensiva, cerca di essere utile anche in fase di impostazione e gioca una partita discreta rispetto alle ultime uscite. (Smalling 6,5: Decisiva la sua entrata in campo, non tanto per quello che fa in difesa, ma perché svetta in cielo per servire Mancini e chiudere una partita decisamente difficile)

Kumbulla 5,5: Non la miglior versione dell’albanese. Fa parte anche lui della premiata ditta portata a spasso da J.Pedro, poi esce e la difesa inizia a subire sempre meno: coincidenze? (Ibanez 6: Rispetto a Kumbulla sembra più in palla. Si dimostra una delle rivelazioni di questa rosa.)

Karsdorp 7: Alla vigilia sembrava non dover neppure giocare, invece l’olandese non solo scende in campo dal primo minuto, ma gioca anche bene. Lascia alle spalle le critiche di Bergamo propiziando il gol dell’1-0. Nel secondo tempo sembra spegnersi ma una sua fiammata porta Dzeko a segnare il gol del decisivo 2-1.

Villar 6: Solita partita di costanza e quantità. Ormai l’effetto “talismano” continua: se Villar è titolare, la Roma vince sempre.

Veretout 7: Primo tempo da professore del centrocampo. Il francese domina fisicamente e tecnicamente lo scontro con i forti centrocampisti Sardi e firma, con un lob, il momentaneo vantaggio giallorosso. Secondo tempo meno incisivo, ma rimane tra i migliori.

Bruno Peres 5: Sembrava dover far spazio al giovane Calafiori e forse sarebbe stato meglio. Oggi non è una gran giornata per il brasiliano che si ritrova spaesato e impreciso in entrambe le fasi. Specie in quella offensiva dove la percentuale di cross riusciti è bassissima. (Lorenzo Pellegrini SV)

Pedro 5: Dov’è il vero Pedro? Nel primo tempo giochicchia senza imporsi come suo solito, poi nei secondi 45 minuti scompare definitivamente. Periodo no per lo spagnolo.

Mkhitaryan 6,5: Meno brillante del solito ma c’è comunque il suo zampino sul gol dell’1-0 deviando di tacco la traiettoria della sfera che poi va tra i piedi di Veretout.

Dzeko 7: Solita partita alla “Edin Dzeko”. Grande sacrificio nell’aiutare i compagni, ma poco presente sul conto delle azioni. Poi basta una semplice palla messa in area e il bosniaco timbra il cartellino. Mortifero. (Borja Mayoral SV)

Fonseca 6,5: Vince l’ultima partita dell’anno senza strafare. La sfida dell’Olimpico si è dimostrata più difficile del previsto e le sue scelte hanno inciso sia in positivo che negativo. Pedro è apparso nuovamente stanco, Bruno Peres non incide, eppure un Karsdorp così è anche figlio del lavoro mentale che il portoghese ha fatto nei suoi confronti. Da aggiustare la difesa, ma il 2021 sarà l’anno della verità.

Le pagelle del Cagliari

Cragno 6,5: Salva, come può, i suoi nel primo tempo. Poi non può nulla sui gol ravvicinati subiti nel secondo tempo. Resta uno dei migliori prospetti azzurri tra i pali.

Walukiewicz 5: Soffre gli inserimenti di Karsdorp e non è aiutato da Lykogiannis che se lo perde per ben 2 volte. Non si impone fisicamente.

Godin 6: Non provengono dalle sue parti i gol della Roma. Incolpevole. (Caligara SV)

Ceppitelli 5: Gravi colpe sul calcio d’angolo del 3-1. Non la sua miglior partita e il Cagliari ne risente.

Zappa 5,5: Marcature troppo leggere per il giovane italiano che oggi ha sofferto non poco una buona Roma.

Nandez 6: Ordinato ed ispiratore, specie nella prima parte del secondo tempo in cui i suoi sembrano giocare meglio. Si spegne insieme a tutta la squadra

Marin 5,5: Mai visto in campo se non per giocate scolastiche. Non è lui la fonte dei problemi dei Sardi ma oggi non si rende protagonista in nessun modo. (Pereiro SV)

Rog SV: (dal 15’ Oliva 6: La sua partita non è delle migliori, ma è comunque presente nelle azioni pericolose del Cagliari. Specie sul gol di Joao Pedro in cui ha la soddisfazione di dargli l’assist.)

Lykogiannis 4: Malissimo nella marcatura su Karsdorp durante il secondo gol giallorosso. Fu decisivo nella scorsa partita, oggi lo è di nuovo, ma per la squadra avversaria. (Sottil SV Entra forse troppo tardi)

Joao Pedro 7: Ha il merito di pareggiare il match con una giocata tutt’altro che scontata portandosi a spasso l’intera difesa giallorossa e tirando di controbalzo. Prova a trascinare i suoi e segna anche il rigore per la sua doppietta, nonostante non riesca a portarli alla vittoria.

Simeone 6: Sfortunatissimo a non ribadire in rete il colpo di testa che si infrange sulla traversa. Per il resto partita in bilico tra l’anonimo e il sufficiente. (Pavoletti 6: Ha poco tempo per cambiare la partita)

Di Francesco 6: Non si può dare una insufficienza ad un Cagliari che ha sfiorato l’impresa. Qualche errore di troppo in fase difensiva e un po di timidezza durante il primo tempo, ma il secondo tempo è ottimo. Peccato non aver sfruttato il momento favorevole, ma questa sconfitta porta molte note positive in un periodo nero.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus