Il ritorno di Maria Sharapova: la diva del tennis è pronta per ruggire ancora

15 mesi fa il mondo del tennis è stato sconvolto da una delle notizie più inaspettate della storia di questo sport. La campionessa russa Maria Sharapova annunciava in Florida, la positività al meldonium in un controllo antidoping svolto nel suo ultimo torneo disputato a Melbourne.

La sostanza, che Sharapova prendeva legalmente da più di 10 anni, era entrata all’inizio del 2016 nella lista di quelle proibite dalla Wada, ma la russa e il suo staff, colpevolmente, non ne erano a conoscenza, e la divina del tennis fu vittima di un roboante scivolone.

Abbandonata dagli sponsor, sospesa con effetto immediato dalle competizioni e bacchettata da svariati colleghi, Maria ha vissuto i mesi più lunghi e complicati della sua carriera, ancora più devastanti di quelli a cavallo tra il 2008 e il 2009 che la videro ferma ai box, per una sofferta operazione alla spalla.

Ma l’algida Maria, scappata dalla Siberia a 7 anni per raggiungere la Florida con una valigia piena di sogni, speranze e sacrifici, aveva superato il lungo stop, le difficoltà del rientro alle competizioni e la delusione per aver sprecato anni d’oro della sua carriera, ed era tornata, con la sua grinta, il suo agonismo e la sua straordinaria forza di volontà, sul tetto del mondo, nel 2012, quando a Parigi conquistò l’ultimo slam mancante nel suo già ricco palmarès ed entrò di prepotenza nella storia di questo sport.

Una delle tenniste più forti dell’epoca moderna, una delle più influenti campionesse del mondo dello sport, l’atleta donna più ricca ed invidiata del mondo perché bella e vincente. Tutto sensazionale, tutto magicocome nella più incredibile delle favole.

Almeno fino a quel 7 marzo 2016, quando nella sala principale di un hotel della Florida, Maria rivelò la scioccante positività. Un annuncio che ha rischiato seriamente di chiudere nel peggiore dei modi la sua carriera, sporcata ed infangata dal male più grande dello sport.

Ma Maria, la tigre siberiana, ancora una volta, si è dimostrata più forte di tutto, più forte delle difficoltà, delle malelingue, dell’invidia e della cattiveria e mercoledì, a Stoccarda, torneo già vinto 3 volte in passato, dopo aver scontato tutti i mesi di squalifica, farà uno dei ritorni più discussi e attesi della storia dello sport.

Il ritorno di chi ha speso tutta la vita fin qui nel tennis e non voleva che la propria carriera finisse con questa indelebile macchia nera, il ritorno di chi, a 30 anni, è pronta a rimettersi in gioco, a sudare e a lottare sul campo, per provare a vincere ancora e a sollevare trofei, il ritorno della più grande popstar del mondo del tennis.

Bella, forte e vincente, così tanto da fare invidia e da smuovere, in questi mesi, intorno a sé, un polverone di sterili polemiche, che Maria proverà a zittire, una volta per tutte, con i suoi ruggiti sul campo. Comunque vada, bentornata Masha!

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus