Serie A, Risultati Partite 36^ Giornata e Classifica 17 Maggio 2015

Serie A

Serie A, i risultati, i marcatori e la classifica aggiornata della 36^ Giornata di Serie A

Inter-Juventus 1-2 sabato ore 18.00 / 9′ Icardi (I), 42′ rig. Marchisio (J), 83′ Morata (J) /

Sampdoria-Lazio 0-1 sabato ore 20.45 / 54’Gentiletti (L) /

Sassuolo-Milan 0-0 domenica ore 12.30  /  /

Atalanta-Genoa 1-4 / 18′ rig. Pinilla (A), 30′ Pavoletti (G), 57′ Bertolacci (G), 61′ Iago Falque (G), 73′ Iago Falque (G) /
All’Atleti Azzurri d’Italia un’Atalanta che ormai non ha più nulla da chiedere a questo campionato, dal momento che ormai la salvezza è quasi acquisita, ospita un Genoa che, al contrario, è in piena corsa per un posto in Europa League; la qualificazione a questa coppa, però, appare tutto fuorché semplice, ma la compagine di Gasperini può ancora sperare: oggi conta soltanto vincere.
Partono subito forte i padroni di casa, che si dimostrano combattivi spingendo sull’acceleratore; questo pressing porta al rigore per i bergamaschi per fallo di Burdisso: dal dischetto si presenta lo specialista Pinilla che non sbaglia: è 1-0. Il Genoa, dopo la rete subita, si dimostra vivo e combattivo. Lo dimostra l’azione che port al cross vincente di Bertolacci ed il conseguente colpo di testa lento ma preciso di Pavoletti che insacca: è 1-1. Nel finale di prima frazione di gioco sugli sviluppi di un corner di Lestienne, ancora Pavoletti colpisce di testa ma Pinilla riesce a salvare sulla linea a Sportiello battuto. Nella ripresa Genoa subito in vantaggio con Bertolacci che entra in area, fa tunnel a Cherubin e mette in rete: un gol meraviglioso per l’ex mediano della Roma. La squadra di Colantuono sprofonda e subisce un altro colpo: la firma è di Iago Falque che, su assist di Pavoletti, rientra sul mancino e segna il dodicesimo gol in campionato. Nel finale, in contropiede a campo aperto, ancora Fanque rientra sul mancino e fa partire un tiro perfetto a giro che si insacca sotto il sette: è 1-4 definitivo.

Cagliari-Palermo 0-1 / 10′ Vazquez (P) /
Al Sant’Elia il Cagliari, ormai con un piede e mezzo in Serie B, ospita un Palermo che vuole dimostrare il fatto che il ko di settimana scorsa contro l’Atalanta è stato soltanto un fuoco di paglia: la compagine di Iachini, infatti, è parsa distratta e poco cinica sottoporta. Quest’oggi l’avversario non è dei più ostici, ma gli uomini di Festa, dopo il fallimento dell’esperimento Zeman-bis, vuole dimostrare che questa rosa non merita la classifica che possiede.
Partono subito forti gli ospiti che trovano subito la via del gol grazie ad un bel gol di Vazquez, imparabile per l’incolpevole Brkic. Il Cagliari prova a reagire soprattutto con le accelerazioni vincenti di Farias, ma la mira sottoporta è piuttosto labile e deludente. Nel finale di primo tempo un allungo di Mpoku potrebbe impensierire Sorrentino, ma l’estremo difensore oggi sembra vivere una giornata di grazia parando l’impossibile. Nella ripresa la musica non cambia: i sardi pressano in avanti con molti uomini tralasciando la fase difensiva e dando la possibilità a Belotti, Quaison e Chochev di ripartire in contropiede, ma anche per loro la mira non è delle migliori. Nel finale Festa decide di inserire anche una quarta punta -Longo- ma il risultato non cambia: il Cagliari dice addio alla Serie A retrocedendo in Serie B dopo una stagione assolutamente travagliata e deludente macchiata sopratutto dal fallimento del progetto Zeman.

Verona-Empoli 2-1 / 6′ Saponara (E), 24′ Moras (V), 67′ Sala (V) /
Al Bentegodi va in scena un match tra due compagini che non possiedono più valide motivazioni per spingere sull’acceleratore e concludere questa stagione di Serie A in crescendo. Quest’oggi Verona ed Empoli lotteranno soltanto per l’onore in quanto i tre punti in palio saranno ininfluenti ai fini della classifica: la salvezza, infatti, è stata acquisita da qualche giornata.
A dispetto dei pronostici, gli uomini di Sarri passano subito in vantaggio grazie ad una grandissima girata del redivivo Saponara, al suo settimo centro stagionale, il quale dimostra ancora una volta quanto sia rinato dal suo approdo all’Empoli: il Milan si sta mangiando le mani. Il vantaggio ospite ha il pregio di svegliare la compagine di Mandorlini: al ventesimo Zielinski prova un dribbling in difesa che fallisce lasciando il pallone nella propria area, Toni lo recupera ma il suo tiro si stampa sulla traversa. Non passano nemmeno quattro minuti da questa azione che l’Hellas trova il meritato pareggio: una punizione di un buon Obbadi pesca Moras in area il quale, di testa, realizza l’1-1. L’Empoli si sveglia e prova a reagire con Pucciarelli che, ben imbeccato da Maccarone, spara addosso a Rafael. Nel finale di primo tempo segnaliamo l’incredibile opportunità sciupata da Toni il quale, di piatto, si fa deviare il tiro da Bassi prima e da Barba poi. Nella ripresa è assedio dei veronesi, che produce il meritato vantaggio firmato da Sala; nella circostanza, però, va segnalato il grave errore di Bassi che, sul tiro-cross di Halfreddson, smanaccia proprio sui piedi di Sala che, da due passi, non può proprio sbagliare.

Torino-Chievo 2-0 / 51′ Maxi Lopez (T), 69′ Maxi Lopez (T) /
All’Olimpico il Torino di Ventura, che continua imperterrito a sperare nella qualificazione in Europa league, ospita un Chievo che ha già, da qualche settimana, strappato un’insperata salvezza che, fino a qualche settimana fa, appariva piuttosto improbabile. La compagine di Maran, invece, da quando l’ex allenatore del Catania è subentrato al deludente Corini, è riuscita a rimettersi in pista raccogliendo punti preziosi su campi piuttosto ostici.
Dopo un primo tempo piuttosto anonimo in cui entrambe le squadre non si fanno del male, nella ripresa sale in cattadra l’ex di turno Maxi Lopez che trova la via del gol sugli sviluppi di un calcio d’angolo risolvendo una mischia creatasi poco dopo. Non passano nemmeno 20 minuti che la squadra di Maran tracolla definitivamente ancora sotto i colpi dell’argentino che, questa volta, supera in velocità Cesar e tradigge Bardi. Nel finale è inutile l’assalto firmato Meggiorini-Pelissier: finisce 2-0 in favore dei granata.

Roma-Udinese domenica ore 20.45

Fiorentina-Parma lunedì ore 19

Napoli-Cesena lunedì ore 21

LA CLASSIFICA AGGIORNATA DI SERIE A

Juventus 83, Lazio 66, Roma* 64, Napoli* 60, Genoa 56, Fiorentina* 55, Sampdoria 54, Inter 52, Torino 51, Palermo 46, Milan 46, Verona 44, Sassuolo 43, Chievo 42, Empoli 41, Udinese* 41, Atalanta 36, Cagliari** 28, Cesena** 24*, Parma** 17.
*Una partita in meno
**Retrocesse in Serie B

Francesco Bergamaschi

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€