Recap Bundesliga: non si placa il dominio del Bayern Monaco, autentica rivelazione la debuttante RedBull Lipsia

Il Bayern Monaco ha vinto  la Bundesliga e lo ha fatto dominando-15 punti sulla seconda.

E questa non è certo una novità- va così ormai da 5 anni- e ciò che fa più notizia è la simpatica performance canora del tecnico Carletto Ancelotti durante i festeggiamenti, cantando a squarciagola “I migliori anni della nostra  vita” di Renato Zero, esportando così la tradizione musicale italiana in terra teutonica.

A fare decisamente notizia sono invece altri eventi accaduti durante l’ultima edizione del massimo campionato tedesco.

Primo fra tutti il 2° posto dell’RB Leipzig, dove RB starebbe ufficialmente per RasenBall ma che in realtà è commercialmente da intendersi come RedBull, la nota multinazionale austriaca proprietaria di questa società calcistica  che, istituita solo nel 2009, nel giro di 8 anni è stata capace di scalare ben 5 categorie calcistiche nonché, alla prima annata in Bundesliga della sua neonata storia, di piazzarsi subito in seconda posizione con conseguente qualificazione direttamente alla fase a gironi della  UEFA Champions League. Se non è una rivelazione questa…

Altra rivelazione l’Hoffenheim, che non solo si è qualificata ai playoff della Champions in virtù del 4° posto-sfruttando così l’ultima occasione che avrà la Germania di avere 4 squadre nella Coppa dalle grandi orecchie, dato che a  partire dalla prossima stagione la Serie A scipperà alla Bundesliga tale palma-ma  ha anche conteso la Coppa di Germania –DFB  Pokal ufficialmente- al Borussia Dortmund, perdendo la finale solo per 2-1.

L’altra tedesca qualificata in Champions è proprio il Borussia, forte del 3° posto finale nonché del fatto di avere in rosa il capocannoniere del torneo, Pierre Emerick Aubameyang, 31 gol per il giocatore-al centro di una serie indiscrezioni di mercato che lo vorrebbero sul piede di partenza.

Colpaccio qualificazione Europa League per Colonia-che ritrova la competizione europea che gli  mancava dalla Coppa UEFA 1992/93- Hertha Berlino-che mancava dall’edizione 2009/2010- e Friburgo-che mancava dal 2014 nella competizione internazionale ma che dovrà passare attraverso i preliminari.

Retrocedono in Zweite Liga-ovviamente la Serie B tedesca-l’Ingolstadt, che vede così finita la sua favola-debuttò in  Bundesliga solo nel 2015- e il Darmstadt, che a sua volta era tornato nella massima serie tedesca 2 anni fa, dopo un’assenza che durava dal 1993.

Si salva  invece il Wolfsburg terzultimo, avendo superato lo spareggio con la terza classificata della seconda serie tedesca, l’Eintracht Braunschweig, battuto 1-0 in entrambi i match.

Promosse dalla seconda serie  invece Stoccarda e Hannover 96, entrambe dopo un solo anno  di calvario. 

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato