Qualificazioni Europei 2020, risultati 5° giornata: Ucraina quasi a posto, Portogallo secondo, Gruppo H con tre padroni. Ok l’Inghilterra, Kosovo sogna

Kosovo-Repubblica Ceca 2-1: un po’ a sorpresa i balcanici vincono di misura e volano al secondo posto del raggruppamento costringendo i cechi alla terza piazza. Nei primi venti minuti segnano Schick per gli ospiti con un diagonale molto preciso e poi Muriqi per i padroni di casa con un tocco sotto misura. A metà ripresa Vojvoda fa centro con uno strano tiro da dentro l’area che sorprende difesa e portiere: è il gol che regala il successo al Kosovo, che respingerà ogni assalto avversario fino al triplice fischio.

Inghilterra-Bulgaria 4-0: tutto facile per i britannici, che vincono con il minimo sforzo contro un avversario grintoso, ma ingenuo e tecnicamente agli antipodi. Kane si vede annullare un gol per offside per poi realizzarne ben tre, due su rigore e uno da pochi metri su assist di Sterling. Lo stesso Sterling sigla l’altra rete dell’incontro finalizzando un passaggio dello scatenato Kane. Con questo comodo successo l’Inghilterra mantiene la testa della classifica con un punto di vantaggio sul Kosovo, ma fra tre giorni ha la chance di allungare forse definitivamente ospitando proprio i balcanici.

Islanda-Moldavia 3-0: i nordici vincono con estrema facilità contro un avversario abbastanza modesto e mantengono la testa del girone con 12 punti. Di Sigthorsson, Bjarnason e Mudrac (autorete) i centri che fissano il risultato.

Lituania-Ucraina 0-3: Zinchenko, Marlos e l’atalantino Malinovsky stendono i baltici e gli ucraini volano sempre più in classifica portandosi a quota 13 punti.

Francia-Albania 4-1: tutto facile per i transalpini, in gol con Giroud, due volte con Coman e, infine, con il giovanissimo Ikone. Griezmann sbaglia un rigore mentre Cikalleshi non fallisce il suo, ma questo non cambia nulla nel prosieguo della gara. I transalpini mantengono dunque la vetta del girone con 12 punti, gli stessi di Turchia e Islanda, ma i turchi sono in vantaggio sui francesi per gli scontri diretti.

Serbia-Portogallo 2-4: il match è più o meno equilibrato, ma spesso fanno la differenza i piccoli dettagli e il maggior cinismo. I portoghesi vanno sul 2-0 tra primo e secondo tempo con William Carvalho e Guedes, vengono riavvicinati da Milenkovic e dopo aver ripristinato il doppio vantaggio con Ronaldo, subiscono ancora da Mitrovic prima di chiudere con Bernardo Silva. Con questa importantissima affermazione il Portogallo sale a quota 5 punti e si prende il secondo posto dietro l’Ucraina a discapito proprio dei balcanici.

Turchia-Andorra 1-0: i turchi vincono di misura e a pochi minuti dal termine un match a dir poco dominato. Ci vuole una zuccata di Tofun, appena entrato, per risolvere la contesa al minuto 85 e per mantenere la prima piazza.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana