Qualificazioni Euro 2020, risultati 3° giornata: Zahavi ne fa tre e fa sognare Israele, Schick quasi. Clamoroso capitombolo per la Serbia. Spagna e Svezia ok

Georgia-Gibilterra 3-0: Gvilia, Papunashvili e Arveladze (rigore) regalano ai padroni di casa i primi tre punti del torneo.

Austria-Slovenia 1-0: vittoria striminzita, ma importantissima, per gli austriaci, che vincono grazie ad una rete di Burgstaller nel finale e ottengono la prima vittoria. I balcanici, invece, restano a due punti.

Danimarca-Irlanda 1-1: nel giro di dieci minuti scarsi Hojbjerg chiama e Duffy risponde; il risultato fa più comodo ai britannici, che restano in testa con 7 punti, che agli scandinavi, che vanno a 4.

Far Oer-Spagna 1-4: tutto facile per gli spagnoli, che vincono con Sergio Ramos, Jesus Navas, Gestsson (autogol) e Gaya e restano in testa a punteggio pieno, mentre gli isolani devono accontentarsi dell’inatteso gol di Olsen.

Lettonia-Israele 0-3: Zahavi si ripete e con un’altra tripletta stende i baltici, che restano all’ultimo posto, e va a quota 7 reti nel torneo di qualificazione. Israele, invece, vola al secondo posto a -2 dalla Polonia.

Lituania-Lussemburgo 1-1: continua a sorprendere la selezione del Granducato, che passa in vantaggio con Rodrigues e non riesce tuttavia a chiudere il match malgrado la superiorità numerica; alla fine Navikovas rimedia e così i baltici guadagnano il loro primo punto e i granduchi vanno a quota 4 facendo scappare l’Ucraina.

Macedonia del Nord-Polonia 0-1: Piatek timbra ancora, stavolta ad inizio ripresa, e tiene i polacchi al primo posto a punteggio pieno.

Montenegro-Kosovo 1-1: il derby dei Balcani è equilibrato e il risultato è giusto. I gol di Rashica e Mugosa regalano un punto ciascuno alle due squadre, che vanno a quota 2.

Norvegia-Romania 2-2: questa volta sono i norvegesi ad essere beffati nel finale dopo aver buttato via un buon vantaggio. Le reti di Elyounoussi e Odegaard sembrano decisive, ma Keseru cala la doppietta nel finale e regala ai rumeni un punto ormai inatteso. La Norvegia resta così a 2 punti, mentre la Romania sale a 4.

Repubblica Ceca-Bulgaria 2-1: Schick si trasforma quando va in nazionale e realizza due reti sfiorando anche il tris (annullato per offside), mentre ai bulgari non basta il gol del momentaneo vantaggio siglato da Isa. I cechi vincono così la loro prima partita e conquistano i primi tre punti, mentre gli ospiti restano a 2.

Svezia-Malta 3-0: Quaison, Claesson e Isak risolvono la pratica e permettono ai gialloblu di restare in scia della Spagna con i loro 7 punti.

Ucraina-Serbia 5-0: incredibile goleada da parte della squadra di ct Sheva, che umilia i balcanici con una prestazione a dir poco superba mettendo in rete ben cinque palloni. Le doppiette di Konoplyanka e Tsygankov più l’acuto di Yaremchuk mandano la martoriata nazione ex sovietica in testa con 9 punti e relegano i serbi all’ultimo posto con un solo misero punto.

 

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 34 anni e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana