Porto-Roma, Di Francesco: “Giochiamola come la partita della vita”

Si è appena conclusa la conferenza stampa di mister di Francesco che ha parlato insieme a Diego Perotti ai giornalisti presenti in sala stampa in vista del match di domani alle ore 21.

Impegno da dentro o fuori domani per la Roma che al Do Dragao affronterà i padroni di casa del Porto forte del vantaggio di un gol maturato all’Olimpico 3 settimane fa. “Voglio riportare l’attenzione sulla Roma, non sul futuro di Di Francesco” – le parole del mister giallorosso la cui permanenza nella Capitale è probabilmente legata al risultato di Oporto.

Eusebio Di Francesco


Senza troppi giri di parole quello che sta vivendo Di Francesco è uno dei momenti più difficili da quando alleno la Roma: “No, il momento più difficile è sempre quello che deve venire. Il derby ha influito su tanti discorsi, noi dobbiamo pensare a questa partita, come la partita della vita. Dobbiamo impegnarci tutti“. – ha proseguito il tecnico abruzzese.

Sulla formazione che manderà in campo domani sono tanti i dubbi, anche al netto delle fatiche del derby (seppur malamente perso) tre giorni fa. “Qualcuno potrebbe non giocare, ma non è una bocciatura. Dobbiamo andare in campo con la testa libera, sceglierò anche in base a questo“.

Non dirò pubblicamente come giocherà la Roma, perché giustamente il Porto cercherà di giocare usando la testa. Domani ci vorrà una grande prestazione difensiva, dovremo essere bravi a difendere il gol. Il resto verrà da sé“. E poi sui singoli: “Florenzi e Marcano? I ragazzi sanno che devono essere pronti, non sanno chi giocherà. Voglio decidere all’ultimo momento e vedere su chi puntare per questa grande battaglia”.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Veronica Martella

Informazioni sull'autore
Pugliese, una laurea in storia dell'arte e tanta passione per il calcio e la Roma in particolare. Amo le cose belle e semplici della vita e non sopporto l'arroganza, l'intolleranza e chi non si emoziona mai per nulla.
Tutti i post di Veronica Martella