Pisa, qui è la svolta: quattro gol in trasferta, una rarità assoluta

Se pensate che aver visto il Pisa subire due gol in una sola partita sia stato un evento eccezionale, allora non avete nemmeno idea di che cosa significhino i quattro centri siglati dai toscani. Il 2-4 ottenuto oggi dagli uomini di Gattuso sul campo dell’Ascoli è un’anomalia (del tutto positivo) all’interno di un campionato di grande sofferenza, in cui ora si può prendere finalmente più di una boccata d’aria.

Il pomeriggio era cominciato nel peggiore dei modi, con il gol lampo di Favilli dopo soli tre minuti. La reazione, però, non si è fatta attendere più di tanto: due volte Masucci e Mannini hanno prima ribaltato e poi blindato il risultato già nella prima frazione.

Il 2-3 di Cacia e poi il sigillo finale di Angiulli non hanno spostato gli equilibri nella ripresa. Tre punti fondamentali, dunque, per il Pisa, la cui classifica ora si fa meno preoccupante: a quota 31 sono due le lunghezze di vantaggio sulla zona playout, tre rispetto a quella retrocessione.

Il dato che più impressiona, tuttavia, è quello delle reti in trasferta: oltre ad essere stato il primo successo lontano dalle mura amiche, i toscani nelle precedenti tredici gare fuori casa avevano siglato solo quattro marcature. Proprio quante ne sono arrivate oggi in 90 minuti.