Olimpiadi Milano-Cortina 2026: Bebe Vio e Totti saranno gli ambasciatori

L’ex capitano della Roma e la campionessa paralimpica di scherma sono stati scelti dal presidente del Coni Malagò, insieme a Cristiana Capotondi, come ambasciatori delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026. Avviato anche un progetto con il Ministero dell’istruzione, per portare l’Olimpiade all’interno delle scuole.

Saranno Bebe Vio, Francesco Totti e Cristiana Capotondi i tre ambasciatori delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026. L’annuncio arriva a due anni esatti dalla scelta della capitale della moda e della perla dolomitica per ospitare l’evento sportivo più importante che attende il nostro Paese nel prossimo lustro.

I tre ambasciatori sono stati presentati al cospetto del presidente del Coni Giovanni Malagò, del Comitato paralimpico Luca Pancalli, del ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi e della sottosegretaria alla camera con delega allo sport Valentina Vezzali. Un passaggio cruciale nell’organizzazione delle Olimpiadi di Cortina, che si presentano agli occhi degli italiani come l’evento della rinascita, dopo l’ultimo biennio contraddistinto dalla pandemia.

Bebe Vio - art4sport

Malagò ha voluto sottolineare proprio la grande valenza collettiva che tale evento riveste per tutto il Paese:Dobbiamo e vogliamo coinvolgere tutto il Paese – afferma il vertice del Coni – Milano-Cortina è stata una vittoria trasversale e per tanti italiani, guardate i sondaggi, è stata la più bella notizia degli ultimi 10 anni. Noi italiani siamo considerati fantasiosi e creativi. Ora dobbiamo mobilitare tutte le nostre eccellenze per creare insieme una grande Olimpiade”.

Gli fanno eco le parole della sottosegretaria con delega allo sport Valentina Vezzali, che sottolinea come bisogni ancora lavorare per creare una vera cultura dello sport all’interno del nostro Paese:Lo sport non è trattato come tutte le altre attività didattiche. Ho avuto una pagella di quarta elementare in cui si diceva che l’alunna non aveva raggiunto risultati sufficienti forse per la sua attività sportiva. Per fortuna, ora la legge è cambiata, ma fino a un certo punto se si pensa che Lorenzo Musetti, sì, il tennista, ha dovuto rinunciare a un torneo internazionale per lo spostamento del suo esame di maturità”.

Gli ambasciatori: Bebe Vio e Francesco Totti

E poi la parola passa a loro, gli ambasciatori di Milano-Cortina: Francesco Totti e Bebe Vio, due icone del nostro sport che, insieme all’attrice Cristiana Capotondi, offriranno la propria immagine per promuovere Milano-Cortina nel mondo:

Io c’entro poco con la montagna – scherza l’ex capitano giallorosso – Ho scoperto da poco la settimana bianca. Ma mentre in famiglia sciano, io gioco”. Un pensiero anche ai Giochi Olimpici, che non ha mai potuto vivere da protagonista: “Mi sarebbe piaciuto, ma evidentemente c’erano giocatori più forti”.

Poi tocca a lei, Bebe Vio: tre volte campionessa mondiale, due europea e una olimpica nel fioretto individuale. Un esempio di forza e tenacia. La stessa che l’Italia vuole dimostrare per uscire dal periodo più buio della recente storia mondiale: “Da solo non vai da nessuna parte – ha detto Beatrice ricordando i sacrifici fatti per affermarsi come sportiva – bisogna sempre fare squadra. Entrare nel movimento paralimpico per me è stato capire quante cose ti possono insegnare i tuoi compagni”.

Il protocollo d’intesa con il ministero dell’istruzione: portare Milano-Cortina nelle scuole

La parte più importante di tutto questo progetto rimane il protocollo d’intesa sottoscritto col ministero dell’istruzione. Tra gli obiettivi quello di far vivere Milano-Cortina per i cinque anni che restano e oltre, superando l’arco temporale delle due settimane nelle quali si consumeranno i Giochi. Il tutto nella convinzione, ribadita anche dal ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi, che lo sport svolga un grande ruolo educativo.

Uno dei punti riguarda la progettazione della mascotte ufficiale dell’evento, che verrà disegnata dagli studenti di medie e superiori, e verrà selezionata mediante un concorso. Di capitale importanza anche il Milano-Cortina school day, che farà entrare i campioni olimpici e paralimpici nelle scuole, permettendo ai ragazzi di stare a stretto contatto con gli atleti e, magari, avvicinarsi ad alcune discipline. Il sogno Milano-Cortina è appena cominciato. Ci aspettano cinque anni intensi per prepararci al meglio ad un evento di portata mondiale.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus