Calciomercato Inter: prende quota l’ipotesi Lavezzi ma Perisic e Lamela restano in pole

Con la trattativa Perisic che non si sblocca, l’Inter guarda con interesse anche altre possibilità per completare il reparto d’attacco. Nella serata di ieri si era diffusa la voce di un accordo con il Tottenham per Erik Lamela sulla base di un prestito oneroso a 4 milioni con obbligo di riscatto a 16 ma in realtà non si è ancora arrivati ad una fase così avanzata.

Ezequiel Lavezzi

L’esterno del Wolfsburg rimane l’obiettivo numero uno ma i tedeschi non hanno ancora deciso se lasciar partire il croato oppure no. Il probabile addio di De Bruyne (su cui si è inserito il Bayern ma per il quale resta in grande vantaggio il City) sarebbe mal digerito da tutto l’ambiente se fosse accompagnato anche da quello di Perisic. Per questo motivo in queste ore l’Inter prova a sondare il terreno anche per un altro giocatore albiceleste dopo aver intensificato i colloqui per Lamela: si tratta di Ezequiel Lavezzi per cui è andato in scena nella mattinata di oggi un ulteriore incontro tra il ds Ausilio e l’agente Alejandro Mazzoni dopo i contatti delle scorse settimane.

L’ex Napoli chiede un triennale a tre milioni più bonus a stagione (ne guadagna attualmente 4,5) cui si dovrà aggiungere il corrispettivo che eventualmente dovrà essere versato al Psg, somma che non dovrebbe essere comunque troppo elevata considerato che il giocatore va in scadenza di contratto nel 2016. I parigini chiedono 10, i neroazzurri contano di abbassare la richiesta almeno fino a 6. L’Inter riflette con la possibilità che, se non dovesse essere preso un altro centrocampista, gli acquisti davanti potrebbero essere addirittura due.

Intanto la Roma muove passi importanti per Juan Jesus. Prestito con obbligo di riscatto a 9 milioni di euro l’offerta dei giallorossi, cifra che sarebbe stata ritenuta adeguata dai dirigenti neroazzurri. La partenza del brasiliano però imporrebbe un nuovo acquisto per la corsia mancina, considerato che Juan ha giocato in quella posizione all’esordio contro l’Atalanta. Occhio alla situazione relativa a Gael Clichy, chiuso da uno straordinario Kolarov in queste prime uscite del Manchester City, mentre pare essersi raffreddata la pista Criscito che lo Zenit non intende liberare.