NBA Playoff 2019, Recap 28 Aprile: Warriors sui Rockets soffrendo. Celtics a valanga a Milwaukee

Due partite nella domenica sera dei Playoff NBA, che vede il via di due serie molto attese. Innanzitutto quella tra Golden State Warriors e Houston Rockets, la rivincita della Finale di Conference a Ovest dello scorso anno. E il primo atto della Oracle Arena non ha deluso le attese. Oddio, forse a livello spettacolare la partita ha lasciato a desiderare; ma a livello di grinta, combattività e tensione è stata una vera partita di Playoff, macchiata però da un arbitraggio per lunghi tratti davvero deficitario. Il primo quarto vede cominciare meglio i padroni di casa che, al 12′, sono avanti 19-28.

Kevin Durant ha messo a referto la sua 5° partita di fila in questi Playoff con 30+ punti (35), guidando Golden State al punto dell’1-0 contro Houston (foto da: youtube.com)

I texani restano lì, difendendo duro e forzando molti palloni persi agli avversari (13 nel solo primo tempo, 20 in totale); Golden State tocca nuovamente il +9 a 1’56” dalla pausa lunga (44-53), ma una serie di errori e le triple di Gordon e Paul valgono il 53-53 a metà partita. Houston, alla ripresa delle operazioni, va sul +4 (57-53); ma la replica dei Warriors è immediata, per il 76-83 di fine terzo quarto. I ragazzi di Steve Kerr faticano a trovare fluidità, un pò grazie alle scelte difensive degli ospiti un pò a causa delle non perfette condizioni fisiche degli Splash Brothers, entrambi doloranti alla caviglia destra (infortuni patiti in Gara-6 con i Clippers). Per questo gli Warriors si affidano soprattutto agli isolamenti di KD e alle giocate intelligenti di Green ed Iguodala.

Ma i Rockets non ne vogliono sapere di mollare, continuando nel loro piano partita e continuando a sparare da tre (14/47 alla fine, contro 7/22 dei padroni di casa). Houston arriva anche ad impattarla sull’89-89 (6′ alla fine), ma Golden State replica colpo su colpo, fino al 2/2 ai liberi di KD per il 95-100 (1’26” da giocare). E’ un continuo batti e ribatti: un gioco da tre punti di Harden vale il -2 (98-100), al quale risponde immediatamente Curry con una tripla delle sue (98-103 e 26″ da giocare). Sembra fatta, ma prima Harden va a schiacciare per il -3 (100-103 con 21″ sul cronometro), poi Durant combina un pasticcio enorme. Paul ruba palla e serve Harden; la sua tripla non va a buon fine, ma sul rimbalzo si scatena una bagarre, dalla quale ne esce Gordon, con i piedi però fuori dal campo. Palla a Golden State, Paul si prende il secondo tecnico (con espulsione) e Curry, dalla lunetta, la chiude sul 100-104. Sugli scudi Durant (35+5 rimbalzi), supportato da Curry (18+7 rimbalzi), Green (14+9 rimbalzi e 9 assist) ed Iguodala (14 e 6/7 al tiro). Ai Rockets non sono sufficienti Harden (35+6 assist) e Gordon (27).

Comincia con il botto la serie tra i Milwaukee Bucks e i Boston Celtics. Al Fiserv Forum, infatti, la squadra di coach Stevens stende senza pietà gli avversari, annullando il fattore campo della squadra di coach Budenholzer. Gli ospiti partono meglio, chiudendo il primo quarto sul 26-17; in apertura di secondo quarto il gap si allarga fino al +15 (40-25 con 6’26” sul cronometro), prima del rientro dei Bucks, con un break di 0-15 (40-40 a 3’26” dalla pausa lunga). Le due squadre tornano negli spogliatoi sul 52-50 per i Celtics.

La situazione muta radicalmente nella ripresa. Milwaukee passa avanti con una tripla di Lopez (54-56 dopo 1’28” di gioco nel terzo quarto), per poi subire un parziale di 12-0 da parte della squadra di coach Stevens (66-56 a 7’37” dalla sirena); i padroni di casa faticano a reagire, e gli ospiti dilagano fino al +21 (86-65 ad 1’20” dall’ultima pausa). Al 36′, il tabellone dice 88-71 Celtics. Nel quarto conclusivo, i Bucks accorciano (poco) fino al -12 (92-80 a 8’50” dal termine), per poi crollare definitivamente, fino al -26 (110-84 con 2’24” da giocare). La sfida finisce con un 112-90 senza appello, sul quale mettono la firma i vari Irving (26+11 assist e 7 rimbalzi), Horford (20+11 rimbalzi) e Brown (19). A Milwaukee non bastano Antetokounmpo (22+8 rimbalzi con 7/21 al tiro) e Middleton (16+10 rimbalzi e 6 assist).

Di seguito, il resoconto della notte:

WESTERN CONFERENCE SEMIFINALS

HOUSTON ROCKETS @ GOLDEN STATE WARRIORS 100-104 (0-1)

EASTERN CONFERENCE SEMIFINALS

BOSTON CELTICS @ MILWAUKEE BUCKS 112-90 (1-0)

*Tra parentesi, la situazione delle varie serie.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo