NBA Playoff 2019, Recap 15 Aprile: i Clippers rimontano da -31 e battono a domicilio Golden State. Ok i Sixers

Due partite nella notte di Playoff NBA, con un’enorme sorpresa dalla Oracle Arena di Oakland. I Los Angeles Clippers, infatti, fanno la storia, compiendo la più incredibile rimonta della storia NBA, risalendo da -31 praticamente a metà terzo quarto e battendo dei frastornati Golden State Warriors, che non solo dovranno andare a Los Angeles sull’1-1, ma perdono anche DeMarcus Cousins, uscito dopo soli 4′ per un infortunio al quadricipite della gamba sinistra che si teme possa anche metterlo ko definitivamente per questa stagione.

Clippers nella storia. Con la rimonta vincente da -31 alla Oracle Arena sugli Warriors gli angeleni hanno firmato la più grande rimonta della storia dei Playoff NBA (foto da: youtube.com)

La partita, fino a 7’31” dalla fine del terzo quarto, era saldamente in mano agli Warriors, che sembravano assolutamente involati verso un comodissimo 2-0. Il gioco da tre punti di Durant, infatti, era valso alla squadra di coach Kerr il +31 (63-94), con lo stesso KD (21+5 rimbalzi e 5 assist), Curry (29+6 assist) e Looney dalla panchina (19+5 rimbalzi) in evidenza. Da lì in poi, però, la partita cambia completamente. I vari Louis Williams (36+11 assist, di cui 26 nel secondo tempo), Harrell (25+10 rimbalzi) e Gallinari (24+6 assist e 4 rimbalzi) si prendono la scena, costruendo una rimonta assurda, nella quale sono decisive anche le giocate dei giovani Gilgeous-Alexander e Shamet.

A fine terzo quarto il vantaggio si è già ridotto di 17 punti (94-108), mentre a 5’10” dalla conclusione i Clippers sono sul -2 (119-121); dopo un nuovo tentativo di allungo dei padroni di casa, Williams firma l’aggancio a 1’10” dalla fine (128-128). Curry porta un ultima volta avanti i suoi (128-131 con 58″ da giocare). Poi è ancora Sweet Lou a firmare il -1 (130-131), mentre il sorpasso è opera di Shamet, da tre (133-131 con 16″ sul cronometro). Dopo una tripla sbagliata da Thompson, è Harrell, con un 2/2 ai liberi, a chiuderla sul 135-131, confermando l’1-1.

Al Wells Fargo Center, i Philadelphia 76ers rispondono alle critiche piovute dopo Gara-1, battendo nettamente i Brooklyn Nets ed impattando a loro volta la serie sull’1-1. Dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato (64-65), i ragazzi di coach Brown si scatenano nel terzo periodo, nel quale schiantano gli ospiti con un parziale di 23-51. Avanti di 29 in avvio di quarto periodo, i Sixers possono controllare agevolmente la situazione, portando a casa la partita. Embiid (23+10 rimbalzi), Harris (19+5 rimbalzi) e Simmons (18+12 assist e 10 rimbalzi) sono i migliori nei padroni di casa, con l’australiano che, grazie alla seconda tripla-doppia in carriera ai Playoff, va a far compagnia a Wilt Chamberlain e Charles Barkley, prima di lui gli unici a fare più di una tripla-doppia ai Playoff in maglia Sixers. Per i Nets, il top-scorer è stato Dinwiddie (19).

Di seguito, il resoconto della notte:

WESTERN CONFERENCE, FIRST ROUND

LOS ANGELES CLIPPERS @ GOLDEN STATE WARRIORS 135-131 (1-1)

EASTERN CONFERENCE, FIRST ROUND

BROOKLYN NETS @ PHILADELPHIA 76ERS 123-145 (1-1)

*Tra parentesi, la situazione delle varie serie.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo