NBA, Marco Belinelli si accorda con i Philadelphia 76ers

Marco Belinelli è pronto a trasferirsi a Philadelphia. Dopo aver ottenuto due giorni fa il buyout dagli Atlanta Hawks, il nativo di San Giovanni in Persiceto ha trovato l’accordo con i Sixers per un contratto fino a fine stagione, al minimo salariale per veterani.

Marco Belinelli, in azione con la maglia degli Atlanta Hawks. Almeno fino a fine stagione, Belinelli giocherà con i Philadelphia 76ers (foto da: youtube.com)

Arrivato nella città della Pennsylvania nella serata di ieri, Belinelli sosterrà oggi le visite mediche e, una volta scaduto il termine di 48 ore dal buyout, nel quale potrebbe essere reclamato da altre squadre capaci di assorbire il suo contratto (6.6 milioni di dollari), sarà libero di firmare per chi vuole, accasandosi quindi nella Città dell’Amore Fraterno.

Dopo esser stato cercato anche da squadre che, con tutta probabilità, si giocheranno a fine stagione finali di conference e titolo NBA, come ad esempio Golden State Warriors, Boston Celtics e Houston Rockets, Belinelli ha probabilmente scelto molto bene per il suo futuro prossimo.

I Philadelphia 76ers (9° franchigia in 11 stagioni per l’italiano) sono una squadra molto giovane, estremamente futuribile, ma che può ambire a divertirsi già da quest’anno. Al momento, infatti, occupano l’8° posizione nella Eastern Conference, con un record di 28 vinte e 25 perse, con 2 partite di vantaggio sui Detroit Pistons e con sole 2.5 partite di ritardo dai Washington Wizards, 4°.

Il tweet con cui Marco Belinelli ha salutato l’accordo con i Philadelphia 76ers (foto da: twitter.com)

Una squadra che, con la presenza dei vari giovani Joel Embiid (simbolo della squadra al grido del mantra #TrustTheProcess), Ben Simmons, Dario Saric e Robert Covington, e con l’esperienza di JJ Redick e del nostro Belinelli (Campione NBA nel 2014 con i San Antonio Spurs), potrà costituire una mina vagante non da poco ai prossimi Playoff (sempre che si riescano a qualificare ovviamente).

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo