NBA 2019/20, Risultati 11 Novembre: Minnesota rovina il debutto di Griffin. Doncic non basta, Boston inarrestabile

Altra notte, altra corsa: durante il buio italiano, in America si sono svolti sei incontri di NBA. Cominciamo dal successo dei Minnesota Timberwolves sul campo dei Detroit Pistons per 114-120. I ragazzi in maglia blu hanno così rovinato il debutto stagionale di Blake Griffin, che fino a questo momento era rimasto fermo per via di un problema muscolare. Proprio l’ala grande è stato il migliore in campo tra i suoi insieme a Luke Kennard. Dall’altro lato invece, prestazione da evidenziare per Wiggins, migliore a referto della partita con 33 punti, 6 rimbalzi e 5 assist. 

La sconfitta dei San Antonio Spurs contro i Memphis Grizzlies non ha del tutto rovinato la serata dedicata a Tony Parker. L’ex playmaker francese aveva annunciato il suo ritiro al termine della passata stagione e ieri gli Spurs hanno celebrato il loro giocatore con una cerimonia prima della gara che è culminata con il ritiro della sua maglia, la numero 9. Tornando alla partita giocata, i Grizzlies si sono imposti a sorpresa per 109-113, grazie anche alle buone prestazione di Jaren Jackson e di Dillon Brooks, autori rispettivamente di 24 e 21 punti. 

Griffin
Tony Parker saluta il pubblico (foto da youtube.com)

Neanche un Doncic mostruoso è bastato per fermare la marcia inarrestabile dei Boston Celtics, che nella notte hanno conquistato la loro ottava vittoria consecutiva. A farne le spese sono stati i Dallas Mavericks, caduti per 116-106. La partita si è giocata punto a punto fino all’ultimo quarto, in cui i verdi hanno allungato sugli avversari. Come dicevamo, prestazione mostruosa per Doncic, autore di 34 punti 6 rimbalzi e 9 assist, a cui ha risposto Kemba Walker con 29 punti, 5 rimbalzi e 5 assist. Ancora una vittoria anche per gli Houston Rockets contro i poveri Pelicans per 116-122. Se da un lato la mega prestazione di Harden non fa quasi più notizia, ieri a referto con 39 punti 4 rimbalzi e 9 assist, per noi italiani ne arriva una un po’ spiacevole ovvero, l’assenza dal campo di gioco di Melli, fuori dalle rotazioni. Miglior marcatore per i Pelicans è stato Redick con i suoi 24 punti e 3 assist.

Doncic
Doncic si appresta a tirare (foto da youtube.com)

Dopo il successo di ieri sui Lakers, Toronto rimane a Los Angeles venendo però questa volta sconfitto dai Clippers per 98-88. Tutti gli occhi erano puntati sul grande ex della gara, Kawhi Leonard, che non ha deluso le aspettative, sfiorando una tripla doppia da 12 punti, 11 rimbalzi e 9 assist. Infine, chiudiamo il resoconto con l’ultima gara in programma di ieri: quella tra Golden State Utah Jazz. La vittoria è andata a Utah per 108-122, nonostante una super gara di D’Angelo Russell con 33 punti messi a referto. In casa Utah invece, doppia-doppia per Rudy Gobert con 25 punti e 14 rimbalzi.

Di seguito i risultati della notte

DETROIT PISTONS (4-7) @ MINNESOTA TIMBERWOLVES (6-4) 114-120

SAN ANTONIO SPURS (5-5) @ MEMPHIS GRIZZLIES (3-7) 109-113

BOSTON CELTICS (8-1) @ DALLAS MAVERICKS (6-4) 116-106

NEW ORLEANS PELICANS (2-8) @ HOUSTON ROCKETS (7-3) 116-122

LOS ANGELES CLIPPERS (7-3) @ TORONTO RAPTORS (7-3) 98-88

GOLDEN STATE WARRIORS (2-9) @ UTAH JAZZ (7-3) 108-122

*Tra parentesi i record delle squadre