NBA 2019/20, Recap 1° Novembre: che duello LeBron-Doncic! Ok Bucks, Spurs, Celtics e Nets

Otto sfide nella notte NBA. Spettacolare assolutamente quella dell’American Airlines Center di Dallas, dove i Mavericks si sono dovuti inchinare dopo un overtime (119-110) ai Los Angeles Lakers. Una serata resa speciale dalle prestazioni super di LeBron James da una parte (39+16 assist+12 rimbalzi e 4 rubate), decisivo in generale e fantastico in un overtime dominato dai californiani (16-7 il parziale), e di Luka Doncic dall’altra (31+15 assist e 13 rimbalzi). Molto bene anche Anthony Davis (31+8 rimbalzi). L’altra grande sfida della notte si è giocata al Barclays Center e ha visto i Brooklyn Nets avere la meglio sugli Houston Rockets (116-123). Ottima prova di squadra dei ragazzi di coach Atkinson, con i vari Taurean Prince (27+12 rimbalzi), Caris LeVert (25) e Kyrie Irving (22+10 assist) in evidenza, mentre ai texani non sono sufficienti James Harden (36+8 assist e 5 rimbalzi) e Russell Westbrook (27+8 assist+7 rimbalzi e 4 rubate).

LeBron James contro Luka Doncic, uno contro l’altro durante il supplementare del match vinto dai Lakers in casa dei Mavericks. I due hanno dato vita ad un duello di altissimo livello (foto da: youtube.com)

Dominio Milwaukee Bucks all’Amway Center di Orlando, con un 123-91 che lascia poco spazio a dubbi. Giannis Antetokounmpo (29+14 rimbalzi e 6 assist) trascina i suoi; nei Magic il migliore è Evan Fournier (19). Un canestro di Jayson Tatum (24+6 rimbalzi) a 1.3″ dalla fine permette ai Boston Celtics di spuntarla al TD Garden sui New York Knicks, al termine di una partita ben più complicata del previsto per la squadra di coach Stevens (102-104). Kemba Walker (33+6 rimbalzi e 5 assist) è il top-scorer di serata, con Marcus Morris (29+9 rimbalzi) a svettare negli ospiti. Con un secondo tempo da 70-55 di parziale (127-110 il finale) e con un Patty Mills ottimo dalla panchina (31), ben supportato da LaMarcus Aldridge (22+8 rimbalzi), i San Antonio Spurs espugnano il Chase Center, casa dei Golden State Warriors, ai quali non bastano D’Angelo Russell (30+8 assist) e Jordan Poole (20). Una squadra, quella di coach Kerr, sempre più incerottata, visto l’infortunio all’indice della mano sinistra occorso a Draymond Green.

Un tap-in di Harrison Barnes a 2.9″ dalla sirena consegna ai Sacramento Kings la prima vittoria stagionale. Al Golden 1 Center i californiani battono di misura (101-102) gli Utah Jazz: bene De’Aaron Fox (25+5 rimbalzi) nei locali, mentre non bastano Donovan Mitchell (24), Mike Conley (19+4 rubate) e Rudy Gobert (15+16 rimbalzi) agli ospiti. Bene gli Indiana Pacers, a segno per 95-102 alla Bankers Life Fieldhouse sui Cleveland Cavaliers; Malcolm Brogdon (25+8 rimbalzi e 6 assist), Jeremy Lamb (21+10 rimbalzi) e Domantas Sabonis (18+17 rimbalzi) guidano i Pacers; Kevin Love (22+17 rimbalzi), Collin Sexton (21) e Jordan Clarkson (20+5 assist) i migliori nei Cavs. Infine, allo United Center di Chicago, i Bulls hanno la meglio sui Detroit Pistons (106-112). Non bastano Andre Drummond (25+24 rimbalzi) e Derrick Rose (23+7 assist) alla squadra di coach Casey; Zach LaVine (26+5 rimbalzi) e Otto Porter Jr. (22+6 rimbalzi) spiccano per la squadra di Windy City.

Di seguito, il riepilogo della notte:

HOUSTON ROCKETS (3-2) @ BROOKLYN NETS (2-3) 116-123

CLEVELAND CAVALIERS (2-3) @ INDIANA PACERS (2-3) 95-102

MILWAUKEE BUCKS (3-2) @ ORLANDO MAGIC (2-3) 123-91

NEW YORK KNICKS (1-5) @ BOSTON CELTICS (4-1) 102-104

DETROIT PISTONS (2-4) @ CHICAGO BULLS (2-4) 106-112

LOS ANGELES LAKERS (4-1) @ DALLAS MAVERICKS (3-2) 119-110 OT

UTAH JAZZ (4-2) @ SACRAMENTO KINGS (1-5) 101-102

SAN ANTONIO SPURS (4-1) @ GOLDEN STATE WARRIORS (1-4) 127-110

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo