NBA 2018/19, Recap 8 Gennaio: vincono Warriors, Nuggets, Raptors, Pacers e Sixers. Ko i Thunder

Sono otto le partite giocate nella notte NBA. Ritrovano il sorriso alla Oracle Arena, dopo tre sconfitte interne di fila, i Golden State Warriors, che battono nettamente i New York Knicks. MVP di serata Klay Thompson (43 e 18/29 dal campo, mettendo il pallone a terra appena 4 volte), supportato da Durant (24+6 rimbalzi e 6 assist); Hezonja (19+6 rimbalzi) è il top-scorer nei Knicks. In vetta alla Western Conference rimangono i Denver Nuggets, corsari all’American Airlines Arena di Miami contro gli Heat. In evidenza Jokic (29+11 rimbalzi e 10 assist, 4° tripla-doppia stagionale), coadiuvato da Murray (18+6 assist) e da Craig (11+16 rimbalzi); nei floridiani non bastano Waiters (15) e il duo Olynyk-Adebayo (13 a testa a referto).

Con una prestazione da 43 punti (18/29 dal campo), mettendo palla a terra per un palleggio appena 4 volte in tutto il match, Klay Thompson ha condotto Golden State al successo interno (che mancava da tre partite) contro New York (foto da: youtube.com)

Faticano i Toronto Raptors, ma alla fine la spuntano alla Scotiabank Arena sugli Atlanta Hawks. Decisivo il solito Leonard (31+6 assist e 6 rubate), mentre negli ospiti spiccano Collins (21+14 rimbalzi), Lin (20+9 assist) e Young (19, pur sbagliando il canestro della vittoria a 5″ dalla fine). Vittorie secondo pronostico per Indiana Pacers e Philadelphia 76ers. La squadra di coach MacMillan espugna la Quicken Loans Arena di Cleveland grazie a Young (26) e Bogdanovic (23); nei Cavaliers (10 ko di fila) i migliori sono Clarkson (26) e Burks (19+7 rimbalzi). I Sixers, dal canto loro, battono i Washington Wizards al Wells Fargo Center, con il career-high di Shamet (29), supportato da Butler (20) ed Embiid (20+10 rimbalzi). Il solo Beal (28) non basta ai Capitolini.

Bene anche i Los Angeles Clippers, che la spuntano allo Staples Center sugli Charlotte Hornets grazie ad una bella prova di squadra, con 4 giocatori con 20 o più punti a referto, ovvero Williams (27+10 assist), Harrell (23+11 rimbalzi), Harris (23+6 rimbalzi) e Gallinari (20+5 rimbalzi e 4 assist). Monk (24) si salva negli ospiti. Alla Chesapeake Energy Arena di Oklahoma City, i Thunder si fanno sorprendere dai Minnesota Timberwolves, guidati da Wiggins (40+10 rimbalzi) e Towns (20+9 rimbalzi). I vari George (27+9 rimbalzi), Westbrook (25+16 assist) ed Adams (20+12 rimbalzi) non sono sufficienti alla squadra di coach Donovan. Infine, alla Talking Stick Resort Arena di Phoenix, i Suns hanno la meglio sui Sacramento Kings. Sugli scudi Oubre Jr. (26) e Warren (21) nei padroni di casa, Fox (24) e McLemore (20) nei californiani.

Di seguito, il riepilogo della notte:

INDIANA PACERS (27-13) @ CLEVELAND CAVALIERS (8-33) 123-115

WASHINGTON WIZARDS (16-25) @ PHILADELPHIA 76ERS (27-14) 115-132

DENVER NUGGETS (27-12) @ MIAMI HEAT (19-20) 103-99

ATLANTA HAWKS (12-28) @ TORONTO RAPTORS (31-12) 101-104

MINNESOTA TIMBERWOLVES (20-21) @ OKLAHOMA CITY THUNDER (25-15) 119-117

SACRAMENTO KINGS (20-21) @ PHOENIX SUNS (10-32) 111-115

NEW YORK KNICKS (10-31) @ GOLDEN STATE WARRIORS (27-14) 95-122

CHARLOTTE HORNETS (19-21) @ LOS ANGELES CLIPPERS (24-16) 109-128

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo