NBA 2018/19, recap 3 Dicembre: i Nuggets espugnano Toronto. Bene Clippers, Warriors e Thunder

Notte NBA molto interessante, con alcuni incroci intriganti nelle sette sfide in programma. Partiamo dalla Scotiabank Arena, dove si ferma a 8 la striscia di vittorie consecutive dei Toronto Raptors, sconfitti a domicilio dai Denver Nuggets. Decisivi i liberi negli ultimi secondi di Jokic, autore di una tripla doppia (23+15 assist ed 11 rimbalzi), e la tripla sbagliata da Lowry (5+11 assist) sulla sirena. Negli ospiti, che perdono presto per infortunio Gary Harris (botta all’anca destra), positivo anche Murray (21+8 assist e 7 rimbalzi), mentre ai canadesi non basta Leonard (27+8 rimbalzi).

Nikola Jokic ha trascinato i Denver Nuggets alla vittoria sul campo dei Toronto Raptors con una tripla doppia da 23 punti, 15 assist ed 11 rimbalzi (foto da: youtube.com)

In vetta alla Western Conference, insieme ai Nuggets, restano i Los Angeles Clippers, a loro volta corsari allo Smoothie King Center di New Orleans contro i Pelicans. Un match estremamente combattuto, risolto in favore degli angeleni da due liberi di Tobias Harris (27+6 rimbalzi) quando mancavano 4.7″ alla fine. Bene anche Gallinari (24+5 rimbalzi e 4 assist) e Williams (20+6 assist); a NOLA non sono sufficienti le ottime prestazioni dei vari Randle (37+8 rimbalzi), Holiday (32+14 assist e 4 rubate) e Davis (23+13 rimbalzi). Tornano a vincere i Golden State Warriors, che espugnano da pronostico la State Farm Arena di Atlanta. Contro gli Hawks, spiccano i Big Three, ovvero Curry (30), Durant (28+8 assist) e Thompson (27+8 rimbalzi). Per i locali, sono Collins (24+11 rimbalzi) e Young (20) i migliori.

Netto e convincente successo per gli Oklahoma City Thunder, che espugnano la Little Caesars Arena di Detroit, casa dei Pistons, con un +27 che non ammette repliche. In evidenza Adams (21+6 rimbalzi), Westbrook (18+6 rimbalzi e 6 assist) e George (17+10 rimbalzi). Per la squadra di coach Casey, che era reduce da cinque vittorie di seguito, si salva solo Griffin (20). Stop, invece, per gli Houston Rockets, sconfitti al Target Center dai Minnesota Timberwolves, che piazzano un secondo tempo da 29-55 di parziale, sospinti in particolare da Towns (24+11 rimbalzi), in quella che è stata l’unica vittoria interna della notte. Ai texani non sono bastati Harden (29+8 assist) e Capela (24+8 rimbalzi).

Chiudiamo la rassegna con altre due vittorie esterne. I Washington Wizards violano il Madison Square Garden di New York, battendo i Knicks ed avvicinandosi all’8° posto ad Est, ora distante una partita e mezza. I vari Beal (27+8 rimbalzi e 7 assist), Oubre Jr. (21), Wall (18+15 assist) e Morris (18+7 rimbalzi) spingono i Capitolini alla vittoria; Hardaway Jr. (20), Dotson (17+9 rimbalzi) e Kanter (13+16 rimbalzi) non sono abbastanta per i Knicks. Infine, pochi chilometri più in là, al Barclays Center, i Brooklyn Nets incappano nella 7° sconfitta di fila, battuti dai Cleveland Cavaliers. Decisiva la schiacciata a 3.2″ dal termine di Alec Burks (13+7 rimbalzi), insieme alle prove di Clarkson (20+11 rimbalzi) e di Tristan Thompson (19+14 rimbalzi). Nei Nets i migliori sono Russell (30+8 rimbalzi e 6 assist) e Dinwiddie (18).

Di seguito, il riepilogo della notte:

OKLAHOMA CITY THUNDER (15-7) @ DETROIT PISTONS (13-8) 110-83

GOLDEN STATE WARRIORS (16-9) @ ATLANTA HAWKS (5-19) 128-111

CLEVELAND CAVALIERS (5-18) @ BROOKLYN NETS (8-17) 99-97

WASHINGTON WIZARDS (10-14) @ NEW YORK KNICKS (8-17) 110-107

DENVER NUGGETS (16-7) @ TORONTO RAPTORS (20-5) 106-103

HOUSTON ROCKETS (11-12) @ MINNESOTA TIMBERWOLVES (12-12) 91-103

LOS ANGELES CLIPPERS (16-7) @ NEW ORLEANS PELICANS (12-13) 129-126

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo