NBA 2018/19, Recap 2 Gennaio: Embiid e George trascinano Sixers e Thunder in trasferta. Ok i Celtics

Nove partite nella notte NBA. Allo Staples Center di Los Angeles, i Lakers, ancora senza LeBron James, devono cedere agli Oklahoma City Thunder. Decisivo un 14-4 tra i 4’30” ed il 1’03” dalla fine, oltre che ad un Paul George fischiato dal pubblico di casa (37+4 rubate), supportato da Westbrook (14+16 rimbalzi e 10 assist). Non bastano ai Lakers i vari Caldwell-Pope (25), Ingram (17+11 rimbalzi) e Hart (13+15 rimbalzi). Vittoria esterna anche per i Philadelphia 76ers, che espugnano la Talking Stick Resort Arena di Phoenix letteralmente trascinati da Joel Embiid (42+18 rimbalzi), supportato da Simmons (29+6 assist) e Redick (27); un ottimo Booker (37+8 assist) ed Ayton (18+11 rimbalzi) non evitano la sconfitta ai Suns.

Un gran Joel Embiid (42+18 rimbalzi) prende per mano i Sixers e li conduce alla vittoria a Phoenix contro i Suns (foto da: youtube.com)

Bel successo per i Boston Celtics, a segno al TD Garden ai danni dei Minnesota Timberwolves, sospinti da un redivivo Hayward (35+5 assist). Wiggins (31) e Towns (28+12 rimbalzi e 7 assist) i migliori per la squadra allenata da coach Thibodeau. Al termine di una partita combattuta in quel del Barclays Center, sorridono i Brooklyn Nets, vincenti ai danni dei New Orleans Pelicans (3-7 nelle ultime 10) grazie a Russell (22+13 assist e 5 rimbalzi) e a Joe Harris (21), oltre al contributo dalla panca del duo Carroll-Dinwiddie (rispettivamente 19 e 18 a referto). A NOLA non sono sufficienti Davis (34+26 rimbalzi), Payton (25+7 assist), Randle (21) e Holiday (20). Con il solito Griffin in evidenza (26+8 rimbalzi e 7 assist), i Detroit Pistons espugnano il FedEx Forum di Memphis, casa dei Grizzlies. Il rookie Jackson Jr. (26+10 rimbalzi) si distingue nei padroni di casa.

Vittorie esterne facili per Miami Heat e Dallas Mavericks. I floridiani espugnano la Quicken Loans Arena di Cleveland, battendo i Cavaliers con Richardson in evidenza (24); Tristan Thompson (14) è il top-scorer nei locali. I texani, a loro volta, violano il parquet dello Spectrum Center di Charlotte, asfaltando gli Hornets con Doncic (18+10 rimbalzi) e Smith Jr. (18+7 assist) a mettersi in luce nella squadra di coach Carlisle. Poca gloria negli Hornets, con Walker (11 e 4/14 dal campo) nelle vesti di migliore (si fa per dire). Successi sostanzialmente agevoli anche per Washington Wizards ed Orlando Magic. Alla Capital One Arena, decisivi sono Beal (24+6 assist) e Green (22+6 rimbalzi e 6 assist), mentre Len (24+11 rimbalzi) e Collins (21+8 rimbalzi) spiccano negli ospiti. Allo United Center di Chicago, infine, i Magic abbattono i Bulls con Vucevic (22+12 rimbalzi) e Gordon (18+9 assist e 7 rimbalzi) a sospingere la squadra di coach Clifford. LaVine (16) è il top-scorer per i padroni di casa.

Di seguito, il riepilogo della notte:

ATLANTA HAWKS (11-26) @ WASHINGTON WIZARDS (15-23) 98-114

MIAMI HEAT (18-18) @ CLEVELAND CAVALIERS (8-30) 117-92

DALLAS MAVERICKS (18-19) @ CHARLOTTE HORNETS (18-19) 122-84

NEW ORLEANS PELICANS (17-22) @ BROOKLYN NETS (18-21) 121-126

ORLANDO MAGIC (17-20) @ CHICAGO BULLS (10-28) 112-84

DETROIT PISTONS (17-19) @ MEMPHIS GRIZZLIES (18-19) 101-94

MINNESOTA TIMBERWOLVES (17-21) @ BOSTON CELTICS (22-15) 102-115

PHILADELPHIA 76ERS (25-14) @ PHOENIX SUNS (9-30) 132-127

OKLAHOMA CITY THUNDER (24-13) @ LOS ANGELES LAKERS (21-17) 107-100

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo