NBA 2018/19, recap 14 Febbraio: Westbrook non basta ad OKC, sconfitta a New Orleans. Vittorie per Magic e Knicks

Ultime tre partite in NBA prima di lasciare spazio all’All-Star Weekend ed alla pausa conseguente. Allo Smoothie King Center di New Orleans, i Pelicans sgambettano gli Oklahoma City Thunder. Dopo un primo tempo equilibrato, i padroni di casa allungano fino al +17 (74-91 con 4’58” da giocare nel terzo periodo). Nel finale, OKC torna sotto, ricucendo più volte fino al -3, ma alcuni canestri decisivi di un Randle in gran serata (33+11 rimbalzi e 6 assist) indirizzano definitivamente la sfida a favore della squadra di coach Gentry. Bene anche Holiday (32+7 assist e 5 rimbalzi), mentre va registrato l’infortunio di Anthony Davis (14 in 16′), uscito dal campo per un problema alla spalla sinistra. Nei Thunder, non bastano l’11° tripla-doppia consecutiva di Westbrook (44+14 rimbalzi ed 11 assist) e le prestazioni di George (28+7 rimbalzi e 6 assist) e Noel (22+13 rimbalzi).

Terrence Ross effettua una schiacciata spettacolare, nel match dominato dai Magic contro gli Hornets. I floridiani, adesso, sono tornati pienamente in corsa per i Playoff nella Eastern Conference (foto da: youtube.com)

Importante vittoria in ottica Playoff degli Orlando Magic, che travolgono allo Spectrum Center gli Charlotte Hornets e riducono a mezza partita il divario Pistons e Heat, mentre gli stessi Hornets, settimi, sono ad una sola partita. Un match chiuso già alla fine del primo tempo, con i padroni di casa avanti 36-71. Tutti i giocatori di coach Joerger si iscrivono a referto, con Ross (21) e Vucevic (17+11 rimbalzi) ad ergersi a protagonisti. Monk (15) è il top-scorer per gli ospiti. Infine, dopo 18 sconfitte di fila, tornano a vincere i New York Knicks, corsari alla State Farm Arena di Atlanta contro gli Hawks. Gli ospiti partono fortissimo (14-0 dopo 3’21” di gioco), ma il primo tempo si chiude sul 54-51; l’allungo decisivo dei Knicks arriva tra fine terzo quarto ed inizio quarto periodo (85-73 dopo 38″ di gioco), mantenendo poi il margine fino alla fine. Sugli scudi Dennis Smith Jr. (19+7 assist), mentre i vari Dedmon (21), Young (16+11 assist e 6 rimbalzi) e Bazemore (16+6 rimbalzi) non bastano ai padroni di casa.

Di seguito, il riepilogo della notte:

CHARLOTTE HORNETS (27-30) @ ORLANDO MAGIC (27-32) 89-127

NEW YORK KNICKS (11-47) @ ATLANTA HAWKS (19-39) 106-91

OKLAHOMA CITY THUNDER (37-20) @ NEW ORLEANS PELICANS (26-33) 122-131

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo