NBA 2017/18, recap 12 Novembre: i Celtics vincono ancora. Bene Pistons, Rockets e Thunder

Quattro sfide nella domenica notte NBA, con alcune importanti conferme. Non sembra per il momento conoscere ostacoli la corsa dei Boston Celtics che, al TD Garden, sconfiggono i Toronto Raptors e festeggiano la 12.esima vittoria consecutiva. Nonostante un roster rimaneggiato e un Kyrie Irving ancora out, la truppa di coach Stevens regge benissimo il campo contro i canadesi in particolare grazie ad un’ottima difesa. Il finale è al cardiopalmo: dopo essere andati sul +5 ad 1’26” dalla fine (90-95), i padroni di casa subiscono il ritorno degli ospiti, che vanno sul -1 con due liberi di Anunoby a 56″ dalla sirena. Boston fatica in attacco, ma regge benissimo nella propria metà campo, con DeRozan (24 con 8/22 dal campo) che fallisce per due volte il tiro della vittoria. Horford (21) e Brown (18) sono i migliori per i Celtics; per i canadesi, buona prova anche per Lowry (19+7 assist). A reggere il passo di Boston c’è la sorpresa Detroit Pistons, vincenti alla Little Caesars Arena contro i Miami Heat. Trascinati dal duo Harris (25+7 rimbalzi)-Bradley (24+6 rimbalzi), spalleggiati dal solito Drummond (17 rimbalzi e 8 punti), i ragazzi di Van Gundy indirizzano la sfida con un parziale di 0-10 a cavallo della metà del quarto periodo, che vale una double-digit di vantaggio (92-103 a 5’10” dalla fine) non più recuperata dagli ospiti. Non sono sufficienti a Miami Whiteside (20+12 rimbalzi) e Dragic (18+7 assist).

Il tassametro corre… Al TD Garden, i Celtics trovano la 12.esima W di fila (foto da: theplayoffs.com.br)

Spostiamoci ad Ovest, dove gli Houston Rockets, espugnando il parquet della Bankers Life Fieldhouse di Indianapolis, si riprendono la vetta solitaria della Western Conference. I texani capitalizzano al meglio un ottimo inizio (35-18 il primo quarto), per poi chiuderla tra terzo ed inizio quarto periodo, quando arriva anche il +20. Protagonisti consueti in casa Rockets, ovvero Harden (26+15 assist), Gordon (21) e Capela (20+17 rimbalzi). Per i Pacers, i migliori sono Oladipo (28) e Sabonis (17). Infine, alla Chesapeake Energy Arena, gli Oklahoma City Thunder hanno la meglio sui derelitti Dallas Mavericks. Ospiti che tengono botta fino ai primi minuti del secondo tempo (48-48 dopo 2’01” di gioco nel terzo periodo), per poi mollare di colpo e ritrovarsi sotto di 21 lunghezze in avvio di quarto periodo (67-88 a 11’26” dalla fine). Senza Anthony, Paul George si conferma in gran forma (37+8 rimbalzi), spalleggiato da Westbrook (27+6 rimbalzi). Non bastano a Dallas le prove di Barnes (22+13 rimbalzi) e Ferrell (18).

Di seguito, il riepilogo delle partite della notte:

TORONTO RAPTORS (7-5) @ BOSTON CELTICS (12-2) 94-95

MIAMI HEAT (6-7) @ DETROIT PISTONS (10-3) 103-112

HOUSTON ROCKETS (11-3) @ INDIANA PACERS (6-8) 118-95

DALLAS MAVERICKS (2-12) @ OKLAHOMA CITY THUNDER (6-7) 99-112

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo