NBA 2017/18, recap 30 Novembre: 10° vittoria in fila per i Cavs. Irving fa ripartire i Celtics

Il mese di Novembre della NBA si conclude con cinque partite in tabellone. Tutta l’attenzione è stata catalizzata dal match del TD Garden, dove i Boston Celtics hanno ricevuto i giovani Sixers. Ebbene, sospinti da un Kyrie molto convincente (36 punti e 12/21 dal campo), con la collaborazione di Horford (21+8 rimbalzi) e di Morris dalla panchina (17), la squadra di coach Stevens ha cancellato il ko contro i Pistons, scappando via nell’ultima metà del quarto finale. A dei comunque generosi Sixers, non sono bastati Saric (18+10 rimbalzi), Redick (17) e Simmons (15+7 assist+6 rimbalzi e 5 rubate, ma con 6/14 dal campo). Volano ancora i Cleveland Cavaliers, che ottengono la 10° vittoria in fila, pur soffrendo alla Philips Arena, al cospetto degli Atlanta Hawks. Trascinati dal solito, dominante LeBron James (24+12 assist e 6 rimbalzi, oltre ad alcune giocate difensive importanti), da Love (25+16 rimbalzi) e da un sempre più ritrovato Wade (19), i vice-campioni hanno allungato la miglior striscia vincente dal 2015/16. Per i padroni di casa, invece, i più positivi sono stati Schroder (27), Ilyasova (22) e Belinelli (18+5 assist).

Kyrie Irving e Jayson Tatum, protagonisti della vittoria dei Celtics sui Sixers (foto da: basketball.com.tr)

Importante successo esterno per i Milwaukee Bucks, che espugnano il campo dei Portland Trail Blazers. Al Moda Center, gli ospiti allungano decisamente tra la fine del secondo e la prima metà del terzo periodo, arrivando ben oltre il +20 di vantaggio, chiudendo in anticipo la contesa. In evidenza Middleton (26+7 rimbalzi), Bledsoe (25) ed Antetokounmpo (20+9 rimbalzi) per i Bucks; Nurkic (25+11 rimbalzi) e Lillard (18+7 rimbalzi e 7 assist) non evitano la sconfitta alla franchigia dell’Oregon. Con un break di 32+14 negli ultimi 10′ di gioco, gli Utah Jazz espugnano lo Staples Center e riportano in parità il proprio record. Molto bene Burks (28+7 rimbalzi) e Mitchell (24+6 assist) per gli ospiti; nei Los Angeles Clippers, invece, si mettono in luce Rivers (25+6 assist) e Williams (20). Al Pepsi Center di Denver, partita all’ultimo respiro tra Nuggets e Chicago Bulls. Dopo un primo tempo che ha visto gli ospiti guidare anche di 18 punti, i Nuggets chiudono il gap in apertura di terzo quarto. La sfida si decide in volata: Dunn (19) porta avanti i Bulls a 9″ da giocare, ma a regalare la W ai padroni di casa ci pensa Barton con un layup nel traffico con 3.2″ sul cronometro. Lo stesso Barton realizza il proprio career-high (37), ben spalleggiato da Harris (21), mentre non sono sufficienti a Chicago Markkanen (20+9 rimbalzi) e Lopez (20+6 rimbalzi).

Di seguito, il riepilogo della notte:

PHILADELPHIA 76ERS (12-9) @ BOSTON CELTICS (19-4) 97-108

CLEVELAND CAVALIERS (15-7) @ ATLANTA HAWKS (4-17) 121-114

CHICAGO BULLS (3-17) @ DENVER NUGGETS (12-9) 110-111

MILWAUKEE BUCKS (11-9) @ PORTLAND TRAIL BLAZERS (13-9) 103-91

UTAH JAZZ (11-11) @ LOS ANGELES CLIPPERS (8-12) 126-107

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo