NBA 2017/18, recap 12 Gennaio: vittorie esterne per Warriors e Rockets. Harakiri Cavs, ok i Twolves

Nove partite hanno caratterizzato la notte NBA, tra conferme sia in senso positivo che negativo. Cominciamo dalle prime, iniziando il nostro consueto viaggio dal BMO Harris Bradley Center di Milwaukee, dove i Bucks hanno ricevuto i Golden State Warriors, che ritrovano Thompson ma non Curry (ancora ko da una nuova distorsione, sempre alla caviglia destra). Ebbene, i campioni in carica la risolvono a proprio favore con un 22-8 negli ultimi 7’48” di gioco, sospinti da Durant (26+6 rimbalzi e 6 assist) e Green (21+10 rimbalzi e 7 assist). Non bastano Antetokounmpo (23+7 rimbalzi) e Bledsoe (21) ai padroni di casa. Tengono il passo gli Houston Rockets, corsari alla Talking Stick Resort Arena, casa dei Phoenix Suns. Vittoria messa in ghiaccio dai texani tra secondo e terzo quarto (63-45 il parziale), con le ottime prestazioni di Paul (25+8 rimbalzi e 6 assist), Anderson ed Ariza (per entrambi 18+7 rimbalzi a referto) e Capela (17+16 rimbalzi). Per i Suns, i migliori risultano Booker (27+9 assist e 6 rimbalzi) e Warren (21).

Undicesima vittoria esterna consecutiva per i Golden State Warriors, corsari sul campo dei Milwaukee Bucks (foto da: sports.inquirer.net)

Continua la corsa dei Minnesota Timberwolves, che sconfiggono al Target Center i New York Knicks, grazie ad un Karl-Anthony Towns in odore di tripla doppia (23+15 rimbalzi e 9 assist). Jack (18+8 assist) e le doppie doppie di Porzingis (17+10 rimbalzi) e Kanter (16+12 rimbalzi) non evitano il ko alla squadra di coach Hornacek. Prosegue, invece, l’avvio di 2018 estremamente complicato dei Cleveland Cavaliers. Chiamati al riscatto dopo i rovesci subiti per mano di Twolves e Raptors, i ragazzi di coach Blatt, di scena alla BakersLife Fieldhouse di Indianapolis, riescono a buttare dalla finestra un margine di 22 lunghezze (34-12 a fine primo quarto), venendo raggiunti dai Pacers sul 74-74 (1’48” da fine terzo quarto), per poi soccombere in volata, con LeBron James (27+11 assist ed 8 rimbalzi) che pesta la linea di fondo nel tentativo di realizzare il canestro della vittoria. Il trio Collison (22)-Oladipo (19)-Sabonis (12+15 rimbalzi) guida Indiana all’impresa, mentre nei Cavs è inutile anche la buona prova di Love (21+10 rimbalzi).

In chiave Playoff, importanti i successi di Washington Wizards, Denver Nuggets e New Orleans Pelicans. Alla Capital One Arena di Washington, i ragazzi di coach Brooks soffrono probabilmente più del dovuto per avere la meglio degli Orlando Magic, vinti grazie alla gran prova in duo di Wall e Beal (60 punti e 16 assist in due). Per i floridiani, bene Payton (27+8 assist), Simmons (23) e Biyombo (21+13 rimbalzi). Al Pepsi Center di Denver, i Nuggets rimediano con un secondo tempo da 31-44 di parziale ad un inizio non brillante, spuntandola sui Memphis Grizzlies. Barton e Lyles (rispettivamente 17 e 16 a referto) guidano la franchigia di Mile High City, mentre Marc Gasol (22+11 rimbalzi) non è sufficiente agli ospiti. Allo Smoothie King Center di New Orleans, infine, grazie all’ottima prestazione delle Twin Towers, Davis (36+9 rimbalzi)-Cousins (24+19 rimbalzi ed 8 assist), supportati da Holiday (25+6 assist), i Pelicans riescono a mandare ko i Portland Trail Blazers, che hanno avuto in Lillard (23+8 assist) e McCollum (23) i migliori realizzatori di serata.

Vincono gli Charlotte Hornets, impegnati allo Spectrum Center contro gli Utah Jazz. Con un ottimo quarto periodo e sospinti da Kemba Walker (22+6 assist), i padroni di casa si disfano dei Jazz, ai quali non è sufficiente un grande Mitchell (35). Infine, alla Philips Arena di Atlanta, gli Hawks vengono sconfitti in casa dai Brooklyn Nets. Un match molto equilibrato, risolto dalla quasi tripla doppia di Dinwiddie (20+10 assist e 9 rimbalzi) e da Okafor (17). Per Atlanta spicca Schroder (34+7 assist).

Di seguito, il riepilogo della notte:

CLEVELAND CAVALIERS (26-16) @ INDIANA PACERS (22-20) 95-97

UTAH JAZZ (17-25) @ CHARLOTTE HORNETS (16-24) 88-99

ORLANDO MAGIC (12-31) @ WASHINGTON WIZARDS (24-18) 119-125

BROOKLYN NETS () @ ATLANTA HAWKS (11-31) 110-105

NEW YORK KNICKS (19-23) @ MINNESOTA TIMBERWOLVES (28-16) 108-118

PORTLAND TRAIL BLAZERS (22-20) @ NEW ORLEANS PELICANS (21-20) 113-119

GOLDEN STATE WARRIORS (34-9) @ MILWAUKEE BUCKS (22-19) 108-94

MEMPHIS GRIZZLIES (13-28) @ DENVER NUGGETS (22-20) 78-87

HOUSTON ROCKETS (30-11) @ PHOENIX SUNS (16-27) 112-95

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo