NBA 2017/18, recap 1° marzo: Cavs al tappeto con i Sixers. Bene i Blazers, ko gli Heat

Quattro le sfide andate in scena nella notte. Partiamo dalla Quicken Loans Arena di Cleveland, dove i Cavaliers incappano nel 3° ko nelle ultime 5 uscite, cadendo per mano dei Philadelphia 76ers. Ospiti avanti praticamente per tutto il match, tranne in qualche circostanza, quando i Cavs sono riusciti ad agguantare, ma mai a superare, gli avversari. A 9’07” dalla fine, Philly guida di 11 lunghezze (82-71); Cleveland replica con un break di 3-14, impattando sull’85-85 con un canestro di James (5’22” dalla sirena). Una tripla di Korver con 2’25” da giocare vale il -1 (95-94). Il finale, però, è tutto di marca Sixers, con un 13-3 che manda ko i padroni di casa. Sugli scudi Redick (22), Simmons (18+9 rimbalzi ed 8 assist) ed Embiid (17+14 rimbalzi e 6 assist); ai Cavs non basta il solito LeBron (30+9 rimbalzi ed 8 assist).

Joel Embiid (in foto) è stato tra i migliori nella bella vittoria dei Sixers sul campo dei Cavaliers (foto da: youtube.com)

Successo dal peso specifico indubbio per i Portland Trail Blazers che, al Moda Center, battono i Minnesota Timberwolves, agganciano gli Spurs al 4° posto ad Ovest, e si portano a mezza partita dagli stessi Twolves. Per tre quarti, la sfida è a lungo nelle mani degli ospiti, più volte capaci di portarsi sopra la doppia cifra di vantaggio; i Blazers, però, non mollano e si presentano agli ultimi 12′ sotto di 3 (78-75). La fase decisiva arriva tra i -6’17” ed i -1’38” dal termine, quando i ragazzi di coach Stotts piazzando il 3-13 che chiude la sfida (89-99). A trascinare Portland ci pensa come sempre Damian Lillard (35+7 rimbalzi), spalleggiato da McCollum (19); a Minnesota, invece, non sono sufficienti Towns (34+17 rimbalzi) e Wiggins (21).

Brutto tonfo interno dei Miami Heat, travolti con un eloquente -28 dai Los Angeles Lakers (4° W di fila) all’AmericanAirlines Arena. A giustiziare i floridiani ci pensano i vari Thomas (29, miglior prestazione stagionale), Randle (25+6 rimbalzi), Ingram (19) e Caldwell-Pope (18); tra gli Heat, invece, si salvano Wade (25) e Dragic (19+7 assist). Infine, al Golden 1 Center di Sacramento, i Kings battono dopo un overtime i Brooklyn Nets. Decisivo il duo Bogdanovic (23+6 rimbalzi)-Fox (21), mentre non bastano agli ospiti Carroll (22+10 rimbalzi) e Crabbe (20, con 7/19 al tiro).

Di seguito, il riassunto della notte NBA:

LOS ANGELES LAKERS (27-34) @ MIAMI HEAT (32-30) 131-113

PHILADELPHIA 76ERS (33-27) @ CLEVELAND CAVALIERS (36-25) 108-97

BROOKLYN NETS (20-43) @ SACRAMENTO KINGS (19-43) 111-116 OT

MINNESOTA TIMBERWOLVES (38-27) @ PORTLAND TRAIL BLAZERS (36-26) 99-108

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo