NBA 2016/17, risultati 2 Aprile: Curry trascina Golden State. James e George regalano spettacolo

Nottata spettacolare in NBA. Non solo per le dodici sfide in programma, ma soprattutto per alcune prestazioni superlative regalateci dalle stelle della Lega. Partiamo proprio dalla partita più spettacolare della notte, ovvero CavaliersPacers, disputatasi alla Quicken Loans Arena di Cleveland, e finita dopo ben due overtime in favore dei padroni di casa. Un match vissuto sul duello incredibile tra LeBron James (41+16 rimbalzi e 11 assist, 11.esima tripla doppia stagionale, 53.esima in carriera) e Paul George (43+9 rimbalzi e 9 assist). Degne di nota anche le prestazioni di Irving (23+7 assist) e Love (20+12 rimbalzi) da una parte, e di Miles (27+6 rimbalzi) dall’altra. Ma i Cavs continuano a restar dietro ai Celtics, che espugnano il Madison Square Garden di New York e mantengono 0,5 partite di vantaggio sui rivali nella corsa al 1° posto a Est. Thomas (19+6 assist) e Brown (16) sono i migliori per Boston; Lee (16) è il top-scorer dei Knicks. Bene anche i Raptors che, all’Air Canada Center, battono i Sixers e consolidano il 3° posto, sempre nella Eastern Conference. In evidenza Serge Ibaka (24+6 rimbalzi ed altrettante stoppate); agli ospiti non basta il career-high di Luwawu-Cabarrot (23).

LeBron James vs Paul George. Il grande duello che ha caratterizzato la notte della Quicken Loans Arena di Cleveland (foto da: bleacherreport.com)

Prosegue il momento super dei Warriors che, alla Oracle Arena, travolgono i Wizards e ottengono l’11.esima vittoria di fila. MVP di serata, con alcuni numeri da illusionista vero, Stephen Curry (42+8 assist), ben supportato da Thompson (23), Livingston (17+7 rimbalzi) e Green (11+13 assist e 12 rimbalzi, 5° tripla doppia stagionale, 19.esima in carriera). Per Washington, i migliori sono Bogdanovic (20+6 rimbalzi) e Beal (20). All’AT&T Center di San Antonio, invece, gli Spurs hanno ospitato i Jazz. Una sfida risolta in favore dei texani dal duo Leonard (25+7 assist)-Parker (21). A Utah non sono sufficienti i punti del duo Gobert (19+14 rimbalzi e 6 stoppate)-Diaw (19 con 9/9 dal campo). Pur senza Harden, i Rockets tornano alla vittoria, violando il parquet della Talking Stick Resort Arena di Phoenix. Ben 4 i giocatori sopra i 20 punti, ovvero Beverley (26+9 assist e 8 rimbalzi), Louis Williams (23), Gordon (22+6 rimbalzi) e Troy Williams (21). Ai Suns non bastano il career-high di Ulis (34+9 rimbalzi ed altrettanti assist) e Booker (27+9 assist).

Non mollano il sogno Playoff i Nuggets, vittoriosi all’AmericanAirlines Arena di Miami e adesso distanti 2 partite dai Blazers. Decisivo Danilo Gallinari (29), con l’aiuto di Jokic (19+10 rimbalzi e 7 assist) e Chandler (19+9 rimbalzi). Dragic (22+6 assist) non evita agli Heat un ko pesante, che rende molto intricata la corsa agli ultimi posti utili per la post-season ad Est. Ad approfittare delle sconfitte di Indiana e Miami sono i Bulls, che espugnano lo Smoothie King Center di New Orleans e salgono in 7° posizione. Trascinatore Jimmy Butler (39+6 rimbalzi), supportato da Portis (21+11 rimbalzi); per i Pelicans, tanto per cambiare i migliori sono Davis (30+11 rimbalzi) e Cousins (26+18 rimbalzi). Ringraziano anche gli Hornets, che vincono alla Chesapeake Energy Arena di Oklahoma City e accorciano ad una sola partita il distacco dal duo Heat-Pacers. Decisivo, nell’economia della partita, il terzo quarto, concluso sul parziale di 25-16 per Charlotte. In evidenza, per gli ospiti, Walker (29) e Kaminsky (18); 7 punti, con 4 rimbalzi e 2 assist per Belinelli. Ai Thunder non è sufficiente l’ennesima tripla doppia di Westbrook (40+13 rimbalzi e 10 assist, 40.esima stagionale, a -1 dal record di Oscar Robertson, e 77.esima in carriera).

Concludiamo con le ultime tre partite della notte NBA. Ko interno per i Bucks, sconfitti al BMO Harris Bradley Center dai Mavericks. Harrison Barnes (31) trascina i texani, mentre Antetokounmpo (31+15 rimbalzi e 9 assist) non basta a Milwaukee. Ennesimo stop per gli Hawks (5-12 nelle ultime 17 uscite), che cadono al Barclays Center contro i Nets. Il protagonista di serata è Brook Lopez (29); per Atlanta, il top-scorer è Schroder (16+8 assist). Perdono anche i Grizzlies, che cedono allo Staples Center contro i Lakers, sospinti da Russell (28+6 rimbalzi) e Randle (18+11 rimbalzi). Conley (20+12 assist) e Daniels (20) non sono sufficienti alla squadra di coach Fizdale. 

Di seguito, il riepilogo delle partite della notte:

BOSTON CELTICS (50-27) @ NEW YORK KNICKS (29-48) 110-94

CHARLOTTE HORNETS (36-41) @ OKLAHOMA CITY THUNDER (113-101)

MEMPHIS GRIZZLIES (42-35) @ LOS ANGELES LAKERS (22-55) 103-108

DALLAS MAVERICKS (32-44) @ MILWAUKEE BUCKS (40-37) 109-105

UTAH JAZZ (47-30) @ SAN ANTONIO SPURS (59-17) 103-109

CHICAGO BULLS (38-39) @ NEW ORLEANS PELICANS (33-44) 117-100

PHILADELPHIA 76ERS (28-49) @ TORONTO RAPTORS (47-30) 105-113

ATLANTA HAWKS (39-38) @ BROOKLYN NETS (18-59) 82-91

DENVER NUGGETS (36-40) @ MIAMI HEAT (37-40) 116-113

INDIANA PACERS (37-40) @ CLEVELAND CAVALIERS (49-27) 130-135 2OT

WASHINGTON WIZARDS (46-31) @ GOLDEN STATE WARRIORS (63-14) 115-139

HOUSTON ROCKETS (52-25) @ PHOENIX SUNS (22-56) 123-116

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo