NBA 2016/17, cadono i Clippers. Vincono le altre big

E’ Black Friday anche per la NBA, che ci ha regalato una nottata con tutte e 30 le franchigie in campo.

Cominciamo dal Palace of Auburn Hills di Detroit, dove i Clippers, dopo aver rimontato a fine terzo quarto un gap anche i 16 lunghezze, cede ai Pistons nella seconda metà di quarto periodo, incappando nella terza sconfitta stagionale. Sei i giocatori in doppia cifra per Detroit (Marcus Morris (17), Drummond (16+10 rimbalzi) e Caldwell-Pope (16+10 assist) su tutti); nei Clippers, non bastano i 48 punti in due di Griffin e Redick e i 15 assist (con 8 punti) di Chris Paul. Seconda vittoria in due giorni per i Warriors sui Lakers, stavolta allo Staples Center. Trascinati da Durant (29+9 assist e 6 rimbalzi) e Curry (24), i californiani, avanti di 10 all’intervallo lungo (53-43), staccano i padroni di casa nel secondo tempo. Ai Lakers, ancora senza Russell e Randle, non basta Clarkson (20).

Seconda vittoria di fila dei Warriors con i Lakers, con KD nelle vesti di trascinatore (foto da: bleacherreport.com)

Vittoria comoda per i Cavaliers, che alla Quicken Loans Arena travolgono i Mavericks, nella millesima partita di LeBron James (19+11 assist stanotte) e toccando quota 20 triple di squadra. Non c’è mai stata partita, visto che, a fine secondo quarto, il tabellone recitava un eloquente 38-72. Per Cleveland, ottime prove di Love (27+10 rimbalzi) e Irving (25); nei disastrosi Mavs, il migliore è Nowitzki (15+6 rimbalzi). Ok anche gli Spurs, corsari al TD Garden sui Celtics. Un match equilibrato, risolto dagli uomini di Popovich nei minuti conclusivi, con il solito apporto di Leonard (25+10 rimbalzi) e di un ottimo Mills dalla panchina (19). Non basta Thomas (24+8 assist) ai locali. Vittoria esterna anche per i Raptors sul parquet del BMO Harris Bradley Center di Milwaukee, casa dei Bucks. I canadesi, avanti per gran parte del match, subiscono nel finale la rimonta dei padroni di casa, ma DeRozan (26+7 rimbalzi) fa comunque pendere la bilancia dalla parte di Toronto. Antetokounmpo (29+11 assist e 6 rimbalzi) è il migliore della squadra allenata da Jason Kidd.

Decima vittoria stagionale per i Bulls, che espugnano il Wells Fargo Center di Philadelphia. Sospinti dal duo Butler-Wade (52 punti in due), la squadra di Hoiberg chiude la pratica Sixers già nel terzo quarto (90-64 il punteggio al 36′). Ilyasova (14+7 rimbalzi) è il migliore per Phila. Un ottimo primo quarto (38-19) e l’ennesima tripla doppia del Barba Harden (23+10 rimbalzi ed altrettanti assist) consente ai Rockets di battere i Kings al Golden 1 Center di Sacramento. Vana un’altra prova convincente di Cousins (32+9 rimbalzi), mentre per Houston decisivo è anche l’apporto di Ariza (18+9 rimbalzi) e Capela (17+10 rimbalzi). Partita emozionante al Madison Square Garden di New York, dove i Knicks hanno battuto al supplementare, con un jumper di Anthony (35+14 rimbalzi) a 3″ dalla sirena, gli Hornets. Nelle fila di Charlotte, il miglior realizzatore di serata è il nostro Belinelli (19), mentre Batum sfiora la tripla doppia (18+9 rimbalzi ed altrettanti assist).

Fragoroso tonfo degli Hawks sul parquet dei Jazz. Alla Vivint Smart Home Arena, Atlanta paga una serata disgraziata al tiro (Schroeder unico a salvarsi (16, ma con 6/17 dal campo)), venendo travolta nel secondo tempo. Trascinatori, per Utah, Hayward (24+7 rimbalzi) e George Hill (23). Mister Triple Double, al secolo Russell Westbrook, colpisce ancora. Con una prestazione ancora una volta eccezionale (36+18 assist e 12 rimbalzi), il #0 trascina i Thunder al successo all’overtime sui Nuggets, al Pepsi Center. Bene anche Oladipo per OKC (26+7 rimbalzi), mentre a Denver non sono sufficienti Chandler (32+11 rimbalzi), Nelson (21+13 assist) e Murray (20+7 rimbalzi). Ancora assente Gallinari. Altra sconfitta a sorpresa è quella dei Grizzlies, che cedono sul parquet amico del FedEx Forum al cospetto degli Heat. Una partita comandata sin dall’inizio dagli ospiti, bravi a repsingere ogni tentativo di rimonta dei ragazzi di Fizdale, con un Tyler Johnson in gran serata (22). Per quanto riguarda Memphis, invece, è Conley il top scorer (16).

I Pacers chiudono con un quarto d’anticipo la sfida con i Nets, disputatasi alla BankersLife Fieldhouse di Indianapolis. Con George ancora fuori causa, è Robinson III a condurre Indiana al successo (20+6 rimbalzi); nei Nets, Lopez (20) predica nel deserto. Si ferma la striscia vincente dei Pelicans, ko al Moda Center di Portland contro i Blazers, bravi ad incanalare la partita con un’ottima fase centrale del match (49-68 il parziale). Davis (31+13 rimbalzi) non basta; il dynamic-duo Lillard (27+11 assist)-McCollum (24) regala la W alla squadra dell’Oregon. Prima vittoria esterna dell’anno per i Wizards, che espugnano l’Amway Center di Orlando, casa dei Magic. Washington parte forte, si porta anche sul +19 nel primo quarto, poi spreca tutto, facendosi raggiungere in avvio di quarto periodo. Ci pensa poi John Wall (26+10 assist e 7 rimbalzi) a prendere per mano i suoi e a condurli al successo. Bene anche Porter Jr. (19+7 rimbalzi) per la squadra di coach Brooks; per Orlando, i migliori sono i lunghi Ibaka (19+8 rimbalzi) e Vucevic (17+17 rimbalzi). Concludiamo con la partita della Talking Stick Resort Arena di Phoenix, che metteva di fronte Suns e Twolves. Gli ospiti, sotto 67-75 a fine terzo quarto, si sono assicurati la W con un quarto periodo super (31-10 il parziale). Trascinatori, per Minnesota, i soliti Wiggins (25) e Towns (22+10 rimbalzi); nei Suns, è Bledsoe il migliore (23+10 assist e 6 rimbalzi).

Di seguito, il riepilogo delle partite della notte:

SAN ANTONIO SPURS (13-3) @ BOSTON CELTICS (9-7) 109-103

WASHINGTON WIZARDS (5-9) @ ORLANDO MAGIC (6-10) 94-91

DALLAS MAVERICKS (2-13) @ CLEVELAND CAVALIERS (12-2) 90-128

CHARLOTTE HORNETS (8-7) @ NEW YORK KNICKS (8-7) 111-113 OT

CHICAGO BULLS (10-6) @ PHILADELPHIA 76ERS (4-12) 105-89

LOS ANGELES CLIPPERS (14-3) @ DETROIT PISTONS (8-9) 97-108

ATLANTA HAWKS (10-6) @ UTAH JAZZ (9-8) 68-95

TORONTO RAPTORS (10-6) @ MILWAUKEE BUCKS (6-8) 105-99

MIAMI HEAT (5-10) @ MEMPHIS GRIZZLIES (10-6) 90-81

BROOKLYN NETS (4-11) @ INDIANA PACERS (8-9) 97-118

OKLAHOMA CITY THUNDER (9-8) @ DENVER NUGGETS (6-10) 132-129 2OT

MINNESOTA TIMBERWOLVES (5-10) @ PHOENIX SUNS (5-12) 98-85

NEW ORLEANS PELICANS (6-11) @ PORTLAND TRAIL BLAZERS (9-9) 104-119

GOLDEN STATE WARRIORS (14-2) @ LOS ANGELES LAKERS (8-9) 109-85

HOUSTON ROCKETS (10-6) @ SACRAMENTO KINGS (6-10) 117-104

*Tra parentesi, i record delle varie squadre. 

 

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo