Napoli-Monza, prepartita Spalletti: “Simeone e Raspadori ci daranno una grossa mano. Monza squadra ben costruita”

Alla vigilia del match di domenica pomeriggio tra Napoli e Monza, Luciano Spalletti ha parlato nella consueta conferenza prepartita. Le parole del tecnico.

La vittoria di Verona ha portato grande entusiasmo alla piazza. A dimostrarlo è il tutto esaurito per la prima uscita in campionato al Maradona. Dopo settimane di grande tensioni tra i tifosi, finalmente in casa Napoli sembra ritornare l’allegria. L’entusiasmo, ha ammesso Luciano Spalletti, può servire tantissimo i calciatori a dare la giusta carica.

Il mercato sta dando i suoi frutti. Quasi tutte le caselle sono state riempite. L’arrivo di Ndombele è stato davvero importante. Il francese darà una grandissima mano a centrocampo ed è stato fin da subito entusiasta del progetto . Lo stesso si può dire anche di Raspadori che potrà dare diverse soluzioni in attacco. Per entrambi potrebbero esserci qualche minuto di partite domenica pomeriggio.

Assolutamente utile sarà anche Simeone, che potrà alternarsi con Osimhen o addirittura giocare assieme. Le trattative, però, non sembrano essersi concluse. C’è ancora da capire la situazione Keylor Navas. L’estremo difensore del PSG è in partenza ma ancora non c’è la totale convinzione del suo approdo in Italia. Intanto, il portiere titolare sarà ancora Meret.

I nuovi arrivati dovranno dare manforte alla squadra che non dovrà essere una mina vagante come lo scorso anno. Al Maradona arriva il neopromosso Monza. I Biancorossi, ha ammesso il tecnico, è una squadra ben costruita dall’esperienza di uno come Galliani. Gli azzurri rivedranno Petagna, loro ex, che ha dato molto anche alla squadra e che Spalletti ringrazia.

Il Monza ha dei giocatori davvero molti interessanti ed ha cambiato completamente la propria squadra rispetta a quella vista in Serie B. Sono avversari da non sottovalutare e che potrebbero mettere in difficoltà il Napoli. Servirà l’apporto di tutti, specialmente del nuovo capitano Di Lorenzo che dovrà trascinare la squadra.

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione