Napoli-Brescia 2-1, dichiarazioni post-partita Ancelotti: “Gare insidiose come questa vanno chiuse prima”

Termina 2-1 per il Napoli il match contro il Brescia valido per la sesta giornata del campionato di Serie A. Per gli azzurri decisive le reti di Mertens e Manolas. Inutile per gli ospiti il momentaneo 2-1 di Mario Balotelli.

Un Carlo Ancelotti discretamente soddisfatto ha così analizzato il match nel post-partita: “Gare come queste vanno chiuse prima. Inutile girarci intorno, se avessimo fatto il terzo gol non ci sarebbe stata più storia. Tenendola ancora aperta abbiamo patito un po’ di preoccupazione. Tra l’altro il caldo non ha di certo migliorato il nostro status fisico, portandoci sforzi notevoli. Non a caso ho poi optato per il giro palla, inserendo un centrocampista in più, anziché cercare la profondità con un attaccante fresco”.

ancelotti napoli

Azzurri che nel finale si sono ritrovati a sopperire alle uscite dal campo di Manolas e Maksimovic per problemi fisici,  con l’inserimento di un inedito Di Lorenzo al centro della difesa: “Giovanni è una piacevole sorpresa. Fa bene in qualsiasi ruolo lo metta ed è uno al quale devo spiegare le cose una sola volta”. Belle parole del tecnico, infine, anche per Llorente: “Fernando è un tipo di calciatore nuovo per caratteristiche in rosa. L’ho schierato perché ero sicuro riuscisse ad imporre il suo peso in area, così come ha poi fatto molto bene nel primo tempo. Inoltre, può giocare tranquillamente con tutti i compagni d’attacco.”

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi