Motomondiale GP Argentina 2019: Anteprima e Orari Diretta TV

A poco più di due settimane dal debutto stagionale di Losail, il Circus del Motomondiale sbarca in Sud America per la seconda prova di questo 2019. A Termas de Rio Hondo, è il turno del 16.esimo Gran Premio d’Argentina, il sesto consecutivo ospitato dal circuito sito nella provincia di Santiago del Estero. In Qatar, in tutte e tre le categorie, i piloti hanno offerto un grande spettacolo, con un gap tra vincitori e secondo classificato oscillante dal minimo di 23 millesimi tra Andrea Dovizioso e Marc Marquez in MotoGP al massimo di 53 in Moto3 tra Kaito Toba e Lorenzo Dalla Porta, passando per i 26 in Moto2 tra Lorenzo Baldassarri e Thomas Luthi. In Argentina, con il verdetto del Tribunale della Corte d’Appello FIM che ha dato il via libera allo spoiler della Ducati, ci si aspetta un nuovo capitolo del duello Dovi-Marquez, con Suzuki e Yamaha desiderose di inserirsi. Situazione intricata ed ancora senza padroni acclarati nelle altre due categorie.

Vista dall’alto del circuito argentino di Termas de Rio Hondo, che ospiterà il Gran Premio d’Argentina fino al 2021 (foto da: alquilerargentina.com)

MOTOMONDIALE ARGENTINA 2019 – IL CIRCUITO DI TERMAS DE RIO HONDO

Il circuito di Termas de Rio Hondo, come detto in apertura posto nelle vicinanze dell’omonima cittadina, nella provincia di Santiago Del Estero, è stato inaugurato nel 2007. Lo sbarco del Motomondiale a queste latitudini era previsto a partire dal 2013, ma slittò di un anno a causa di una diatriba tra il governo locale e la Repsol YPF. Lungo 4.806 metri, questa pista è composta da 14 curve (9 a destra e 5 a sinistra), e andiamo a percorrerne un giro. Dopo il breve rettilineo dei box, si affronta curva 1, un ampio tornante a destra, seguito dopo un breve allungo da una piega molto simile, stavolta a sinistra. In piena accelerazione si affrontano le veloci 3-4 (a destra), che lanciano sul lungo rettilineo al termine del quale c’è la staccata più impegnativa del circuito, quella di curva 5 (tornante a destra).

Il layout del circuito di Termas de Rio Hondo (foto da: motogp.com)

Una lunga piega a sinistra (curva 6) conduce ad un ulteriore allungo e alla staccata di curva 7, praticamente a 90°. Dopo aver affrontato curva 8 (ancora a destra), un breve rettifilo conduce alla sezione più tecnica del circuito, con altimetria ondulata, ovvero le curve 9-10-11, un sinistra-destra-sinistra nel quale l’abilità dei piloti e la ciclistica delle moto vengono esaltati. Superata questa sezione, i piloti arrivano ad un’altra importante staccata, ovvero quella di curva 13, altro tornante a destra, da percorrere stretti al punto di corda, per poi rialzare la moto, effettuare un repentino cambio di direzione e tagliare in corrispondenza di curva 14 (a sinistra), che riporta sul rettilineo di partenza/arrivo.

MOTOGP ARGENTINA 2019 – IL PRONOSTICO

Il weekend argentino parte col botto, nel senso che il Tribunale della Corte di Appello della FIM ha dato ragione alla Ducati, respingendo in toto il reclamo presentato dal quartetto Aprilia, Honda, Suzuki e KTM, dando il via libera allo spoiler montato da Dall’Igna davanti alla ruota posteriore della GP19, oltre chiaramente a confermare la vittoria del Dovi a Losail. In Argentina, quindi, si presenterà una Ducati decisamente ringalluzzita, con il forlivese, leader del Mondiale dopo la vittoria nel weekend in apertura, pronto a rilanciare il guanto di sfida ad un Marc Marquez che, visti i precedenti (due sole vittorie ma ben 4 le pole), sbarca in Sud America, dove un anno fa fu protagonista di una domenica folle (nel senso negativo del termine) con i gradi di favorito #1, per restituire pan per focaccia al rivale.

Andrea Dovizioso precede Marc Marquez di 23 millesimi sul traguardo di Losail, aggiudicandosi la prova d’apertura del Motomondiale 2019 (foto da: twitter.com/MotoGP)

Andiamo a capire chi potrebbe provare ad inserirsi tra i due ‘litiganti’. Cercano riscatto innanzitutto i rispettivi compagni di squadra, Danilo Petrucci e Jorge Lorenzo. Il ternano, scottato da un’errata scelta di pneumatici in Qatar, proverà ad ottenere un risultato di prestigio su un circuito dove però vanta al massimo un 7° posto (2017); il maiorchino, purtroppo per lui, dopo le cadute nella prima gara non riuscirà ancora ad essere al top della forma, costretto di nuovo a correre sulla difensiva. Occhio ovviamente a Yamaha e Suzuki. Il Qatar si è rivelato nuovamente molto difficile da capire per quelli di Iwata: in qualifica, Vinales ha ottenuto la pole, Rossi ha arrancato terribilmente (14°); in gara, lo spagnolo ha faticato tanto, ottenendo un misero 7° posto, mentre il Dottore ha limitato i danni, pur con un 5° posto. Su una pista dove entrambi hanno già vinto, la speranza è quella di lottare quantomeno per il podio.

Valentino Rossi in sella alla sua Yamaha nel circuito di Losail in Qatar (foto da: twitter.com)

Anche Alex Rins punta ad inserirsi, dopo l’ottima gara d’esordio a Losail, pur non conclusa con un podio, soffiatogli per pochi millesimi da un altro papabile per il podio, ovvero Cal Crutchlow, vincitore a sorpresa a queste latitudini un anno fa. Il ruolo di outsider può ricadere anche sul duo della Petronas Yamaha, Franco Morbidelli e Fabio Quartararo, soprattutto il secondo, dopo la sfortuna che gli ha impedito di sfruttare il 5° tempo in qualifica nella prima uscita; non dimentichiamo la coppia Pramac, ko in Qatar, con Jack Miller autore di una pole incredibile un anno fa. Mirano a crescere e ad avvicinarsi alle posizioni che contanto KTM ed Aprilia.

ARGENTINA 2019: PRONOSTICO MOTO2 E MOTO3

Tanti piloti a caccia di riscatto ed altri a caccia di conferme anche nelle altre categorie. In Moto2, riflettori puntati innanzitutto sul vincitore di Losail, Lorenzo Baldassarri, grande protagonista della gara d’apertura, oltre che su Thomas Luthi, autore di una grande prestazione al ritorno nella Middle Class, e sul tedesco Marcel Schrotter, a caccia di quella consistenza in gara che finora gli è mancata. Attenzione anche ai vari Remy Gardner, Augusto Fernandez e Sam Lowes, non lontani dal podio in Qatar, oltre che ai rookie Enea Bastianini e Fabio Di Giannantonio, ben comportatisi al debutto. Cercheranno di rifarsi in primis Luca Marini ed Alex Marquez, con anche Xavi Vierge, tutti in ombra in Qatar.

Nella Entry Class, dopo la battaglia all’arma bianca di Losail, sono in tanti che possono ambire ad un ruolo da protagonisti. Dal vincitore Kaito Toba ai nostri Lorenzo Dalla Porta, Celestino Vietti e Niccolò Antonelli, passando per gli iberici Aron Canet, Marcos Ramirez, Albert Arenas e Raul Fernandez. Ma ci si aspetta tanto anche da Romano Fenati, deluso dall’esito di una gara, quella in Qatar, viziata da un misunderstanding che gli è costato come minimo il podio.

MOTOMONDIALE ARGENTINA 2019 – METEO ED ORARI TV

Così il meteo previsto per il weekend argentino. Cielo parzialmente nuvoloso nella giornata di venerdì, con temperature comprese tra i 22 C° del mattino e i 27 C° del pomeriggio. Situazione molto simile nella giornata di sabato, a parte il fatto che le temperature previste per le qualifiche dovrebbero toccare punte leggermente più alte (28 C°). Attenzione alla giornata di domenica, nella quale ci si aspetta cielo nuvoloso e una probabilità di temporali sparsi intorno al 40% al momento della gara della MotoGP; temperature attese ancora vicine ai 30 C°. Per quanto riguarda la TV, il Gran Premio d’Argentina 2019 sarà visibile in chiaro su Sky Sport MotoGP HD e in differita su TV8.

MOTOMONDIALE ARGENTINA 2019 SKY (DIRETTA ESCLUSIVA)

Venerdì 29 Marzo 2019

PL1 Moto3 13:00 – 13:40
PL1 MotoGP 13:55 – 14:35
PL1 Moto2 14:50 – 15:35
PL2 Moto3 17:15 – 17:55
PL2 MotoGP 18:10 – 18:50
PL2 Moto2 19:05 – 19:50

Sabato 30 Marzo 2019

PL3 Moto3 13:00 – 13:40
PL3 Moto2 13:55 – 14:35
PL3 MotoGP 14:50 – 15:35
Qualifiche Moto3 16:35 – 17:15
Qualifiche Moto2 17:30 – 18:10
PL4 MotoGP 18:20 – 18:50
Q1 MotoGP  19:00 – 19:15
Q2 MotoGP  19:25 – 19:40

Domenica 31 Marzo 2019

Warm Up Moto3 14:40 – 15:00
Warm Up Moto2 15:10 – 15:30
Warm Up MotoGP 15:40 – 16:00
Gara Moto3 17:00
Gara Moto2 18:20
Gara MotoGP 20:00

MOTOMONDIALE ARGENTINA 2019 TV8 (DIFFERITA)

Sabato 30 Marzo 2019

17:00 Studio MotoGP
18:00 Qualifiche Moto3
18:45 Studio MotoGP
19:00 Qualifiche Moto2
19:45 Studio MotoGP
20:30 Qualifiche MotoGP

Domenica 31 Marzo 2019

16:30 Studio MotoGP
17:30 Gara Moto3
18:30 Studio MotoGP
19:00 Gara Moto2
20:00 Studio MotoGP
20:30 Gara MotoGP

MOTOMONDIALE ARGENTINA – ALBO D’ORO (SOLO MOTOGP)

Il Gran Premio d’Argentina conta 15 edizioni nel Motomondiale (14 volte presente la classe regina, 500/MotoGP), del quale ha anche rappresentato la prima gara in assoluto al di fuori del continente europeo, nel 1961. La sua presenza nel calendario, nel corso della storia del Motomondiale, è stata tutto fuorché continua. L’evento si disputa dal 2014 a Termas de Rio Hondo, mentre nelle 10 edizioni precedenti si è corso all’Autodromo Oscar Alfredo Galvez di Buenos Aires, lo stesso che ha ospitato negli anni la Formula 1. I piloti maggiormente vincenti da queste parti sono, con 3 vittorie a testa, l’australiano Mick Doohan (1994-95 e 1998 in classe 500) e il neozelandese Hugh Anderson (1962-63 in classe 50, 1962 in classe 125). Tra quelli in attività, abbiamo due vittorie per Valentino Rossi (1998 in 250 e 2015 in MotoGP), Marc Marquez (2014 e 2016 in MotoGP) e Johann Zarco (2015-16 in Moto2).

Il sorriso di Cal Crutchlow, in occasione della vittoria dello scorso anno in Argentina (foto da: motogp.com)

(1961) – Buenos Aires – Jorge Kissling (ARG, Matchless)

(1962) – ” ” – Benedicto Caldarella (ARG, Matchless)

(1963) – ” ” – Mike Hailwood (GBR, MV Agusta)

(1981) – ” ” – Non in programma

(1982) – ” ” – Kenny Roberts (USA, Yamaha)

(1987) – ” ” – Eddie Lawson (USA, Yamaha)

(1994) – ” ” – Mick Doohan (AUS, Honda)

(1995) – ” ” – Mick Doohan (AUS, Honda)

(1998) – ” ” – Mick Doohan (AUS, Honda)

(1999) – ” ” – Kenny Roberts Jr. (USA, Suzuki)

(2014) – Termas de Rio Hondo – Marc Marquez (SPA, Honda)

(2015) – ” ” – Valentino Rossi (ITA, Yamaha)

(2016) – ” ” – Marc Marquez (SPA, Honda)

(2017) – ” ” – Maverick Vinales (SPA, Yamaha)

(2018) – ” ” – Cal Crutchlow (GBR, Honda)

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo