MotoGP, Sam Lowes: “Non mi interessano i tempi di Sepang”

Dopo tre stagioni in Moto2, con 3 vittorie, 11 podi e il 4° posto finale del 2015 come miglior risultato, Sam Lowes, 26enne da Lincoln (Gran Bretagna), affronterà quest’anno la sua prima stagione in MotoGP, in sella alla Aprilia, dove troverà Aleix Espargaro come compagno di box. I test di Sepang, soprattutto dopo la caduta a Valencia lo scorso Novembre, è stata molto utile per familiarizzare con la nuova RS-GP, badando poco al cronometro.

Sam Lowes, sull’Aprilia RS-GP durante gli ultimi test di Sepang (foto da: motorcycledaily.com)

La mia sensazione è che, volendo, avremmo potuto abbassare molto i nostri tempi” – sottolinea l’inglese ad Autosport.com – “Il mercoledì ho coperto la distanza di una gara, cosa nuova per me su una MotoGP, non spingendo al massimo ma cercando solo di essere costante, facendo i miei migliori giri alla fine“.

Abbiamo ricavato molti dati positivi e, dopo tre giorni sempre in moto, posso dire che mi sento sempre più a mio agio” – prosegue Lowes – “Non mi interessa dei tempi. Quel che più m’importa è che siamo migliorati in ogni caso; la sensazione sulla moto è assolutamente diversa rispetto al primo giorno“.

A Phillip Island avremo un paio di cose nuove da provare” – conclude Lowes – “La cosa buona è che ho fatto la simulazione di gara con la gomma più dura e con la specifica di moto a disposizione più vecchia, anche se ancora valida. E non potrà far altro che andar meglio. Perciò sono sia contento che fiducioso“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo