MotoGP, Marquez: “Bene così, ma possiamo migliorare”

Marc Marquez torna a ruggire. Dopo aver patito qualche affanno nei test di Sepang, il Campione in carica è stato protagonista di una prima giornata convincente a Phillip Island, riuscendo ad ottenere il miglior tempo, in 1:29.497. Nonostante ciò, Marquez non è ancora contento al 100% della sua Honda, lamentando delle carenze sotto il profilo dell’elettronica.

Ancora un’immagine di Marc Marquez, durante i test di oggi a Phillip Island (Foto da: Robert Cianflone/Getty Images)

Ci manca ancora qualcosa, soprattutto sul lato dell’elettronica” – specifica Marquez – “Abbiamo bisogno di capire dove. Vero che sono riuscito ad essere veloce, ma c’è sempre qualcosa che non riesco ancora a capire. Abbiamo ancora bisogno di tempo per capire questo motore, essendo molto diverso. Ed è una delle cose che ci ha portato via parecchio tempo questa mattina, perché abbiamo bisogno di riconfigurare tutti i componenti dell’elettronica. Questa non sta lavorando ancora bene con il motore, ma è difficile capirne il motivo, perché su questo circuito non risentiamo troppo del nostro punto debole, ovvero l’accelerazione“.

La cosa strana è che nonostante questi piccoli problemi il tempo sul giro non ne risente. Forse è tutta una questione di feeling, il mio” – prosegue il catalano – “Non ho cambiato il mio stile di guida, anche perchè è difficile da modificare. Più che altro, penso che devo capire come guidare meglio la moto. Un’altra cosa positiva della giornata di oggi è il fatto che i problemi li abbiamo in tutte le curve, non in alcune si ed in altre no. In caso contrario, potremmo andare in confusione. La cosa più importante, comunque, è arrivare al top a Losail“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo