MotoGP, GP Brno: la conferenza stampa del giovedì

Torna la MotoGP con il terzo appuntamento stagionale di Brno. Ecco le dichiarazioni di Quartararo, Viñales, Dovizioso, Nakagami, Rossi e Mir

Dopo il back to back di Jerez, Fabio Quartararo si presenta in Repubblica Ceca da leader assoluto del campionato. Il pilota nizzardo cerca la terza vittoria in altrettante gare, puntando ad eguagliare il primato appartenente a Kenny Roberts, unico a vincere tre gare di fila in sella alla Yamaha, nel 1980:

Dal GP d’Austria dell’anno scorso abbiamo iniziato a fare tanti podi ma nessuna vittoria. Per me lottare con i primi era una situazione nuova ed inaspettata. A maggior ragione lo è oggi con due vittorie in due gare. Ora si parla di me come il favorito numero uno per il campionato e questo sembra ancora più strano (ride, ndr). La realtà è che con il team stiamo lavorando molto forte, ragionando gara per gara e senza porci troppe pressioni in ottica classifica. I favoriti per domenica? La Ducati a Brno va molto forte, quindi penso che Miller, Dovizioso e Bagnaia potranno lottare per la vittoria sia qui che in Austria. Noi approcceremo al solito modo, cercando di lavorare sul passo gara tra venerdi e sabato, così da capire a cosa potremo ambire domenica in gara“.

Petronas Yamaha SRT’s French rider Fabio Quartararo celebrates on the podium after winning the MotoGP race during the Andalucia Grand Prix at the Jerez race track in Jerez de la Frontera on July 26, 2020. (Photo by JAVIER SORIANO / AFP) (Photo by JAVIER SORIANO/AFP via Getty Images)

Alle sue spalle in classifica ecco Maverick Vinales, due volte secondo a Jerez, e in cerca del primo sigillo stagionale:

A Jerez era fondamentale per noi salire sul podio e ci siamo riusciti in entrambe le occasioni. Brno e Spielberg mi piacciono moltissimo e la speranza è quella di poter fare un ulteriore step che ci consenta di giocarci la gara sino alla fine. L’assenza di Marquez? Marc è fortissimo e vincere con lui in pista è nettamente più difficile. La sua defezione rende il campionato più interessante di quello che ci si poteva aspettare. Le cadute e gli infortuni, però, fanno parte delle corse e quindi noi dobbiamo andare avanti con la stessa mentalità“.

Maverick Vinales. Fonte: Twitter Vinales

In cerca di riscatto (e anche di un contratto) c’è Andrea Dovizioso, terzo in campionato, e reduce da un terzo e da un sesto posto in terra andalusa. Per il Dovi comincia un trittico importantissimo su due piste “amiche”. L’obiettivo è duplice: rilanciare le proprie ambizioni da titolo e strappare l’accordo con Ducati per il 2021:

I prossimi tre GP saranno decisivi. A Jerez non è andata benissimo ma tutto sommato abbiamo portato a casa punti importanti. Ora con Brno e Austria abbiamo tre gare dove possiamo lottare per le posizioni che contano, su due tracciati che ben si sposano con le caratteristiche della Ducati. Il mio futuro? Non lo conosco ma so esattamente quello che voglio. L’unica cosa che conta adesso è aver analizzato ciò che non ha funzionato in Spagna per trovare i compromessi giusti per le prossime tre gare. Tre corse in tre settimane saranno un bel banco di prova“.

Andrea Dovizioso

Rigenerato dal podio numero 199 in carriera, Valentino Rossi arriva carico di entusiasmo all’appuntamento di Brno dove, venticinque anni fa, vinse la sua prima gara nel motomondiale:

Arriviamo qui carichi dopo il bel podio di Jerez. Qui in Repubblica Ceca non parto con l’assillo di fare cifra tonda ma spero di divertirmi spingendo al 101%. Le cose cambiano in fretta: dopo la prima gara l’umore era pessimo, mentre Jerez-2 è stata una grande iniezione di fiducia. Non so dire se l’obiettivo per domenica sarà top 3 o top 5, ma l’importante è arrivare pronti per provare a fare il massimo. La situazione Dovi-Ducati? Anche io nei miei due anni in rosso ho vissuto momenti così così ma la speranza è che trovino un accordo per il futuro: Dovizioso in Ducati è fortissimo“.

Il sorriso di Valentino Rossi, tornato sul podio a Jerez dopo un assenza di 17 gare (foto da: motogp.com)

Alla conferenza hanno preso parte anche Takaaki Nakagami (quarto nel mondiale e primo delle Honda) e Joan Mir (Suzuki): “Senza Marquez in pista sento la pressione da parte di Honda. – ammette il nipponico del team LCR – E’ praticamente impossibile replicare le sue linee e il suo stile. Tutto quello che posso fare è provare a dare continuità a questo buon momento spingendo al massimo e restando concentrato“. “Sono molto felice del quinto posto ottenuto a Jerez – ha commentato invece lo spagnolo della Suzuki – A Brno mi lega il ricordo del bruttissimo infortunio patito l’anno scorso dopo una caduta spaventosa. Spero di poter regalare una bella gara alla Suzuki per cancellare quanto successo un anno fa“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus