MotoGP, GP Andalucìa: le dichiarazioni di Quartararo, Viñales e Rossi dopo la gara

El Diablo: “Fantastico vincere due gara di fila”. Viñales: “Quartararo fortissimo: è il favorito per il titolo”. Vale: “Un podio che vale quanto una vittoria”

Da Jerez a Jerez. A distanza di una settimana, il tracciato andaluso incorona ufficialmente Fabio Quartararo come uomo da battere in questo mondiale 2020. Il pilota nizzardo (Team Yamaha Petronas) cala il bis e vola a punteggio pieno in vetta alla classifica: +10 su Viñales, +24 su Dovizioso ma soprattutto un pesantissimo +50 sul campione in carica Marc Marquez (fuori per infortunio) che potrebbe pesare tantissimo in prospettiva iridata.

E’ fantastico vincere due gare di fila. – esulta QuartararoSono felicissimo, avevamo un passo gara incredibile e dopo aver passato Viñales sono riuscito ad imporre il mio ritmo e la sensazione è stupenda. Da fuori è sembrato tutto facile ma nel Warm-up di stamattina sono emersi alcuni problemi che non ci hanno fatto stare troppo tranquilli. Anche in gara ci sono stati due momenti dove ho rischiato di cadere ma fortunatamente ce l’abbiamo fatta. Marquez? Quando rientrerà io manterrò lo stesso approccio avuto in queste prime due gare e darò sempre il massimo per vincere

Fabio Quartararo domina il GP di Andalusia.

Oltre alle ambizioni da titolo per il francesino di casa Yamaha, Jerez ha visto Maverick Viñales salire nuovamente sul secondo gradino del podio. Un’altra piazza d’onore per lo spagnolo del Team Ufficiale, a distanza siderale dal futuro compagno di squadra.

Ho fatto una bella gara ma non è stato sufficiente per impensierire Fabio. – ammette il numero 12 –Lui sta guidando fortissimo e adesso è il favorito numero uno nella corsa la mondiale. Noi dobbiamo continuare a lavorare per cercare di diventare la Yamaha numero uno in pista. Ho provato ad attaccarlo alla prima curva ma sono andato largo e lì probabilmente ho perso il treno buono per giocarmela. Dietro a Valentino, invece, ho sofferto tantissimo le alte temperature, per cui ho deciso di staccarmi in modo da avere energie a sufficienza per piazzare l’attacco nel finale e ci siamo riusciti

Maverick Vinales, come una settimana fa, festeggia il secondo posto a Jerez (foto.corrieredellosport)

Dopo un digiuno lungo 17 gare (precisamente dal GP d’America del 2019) Valentino Rossi torna ad assaporare lo Champagne sul podio tutto di marca Yamaha a Jerez. Per il Dottore, 41 anni compiuti a febbraio, si tratta del podio numero 199 nella top class, il 235° in carriera.

“Sono molto felice perchè venivamo da un periodo difficilissimo e soprattutto non salivamo sul podio da troppe gara – esulta Rossi – Dopo l’ultima gara abbiamo lottato per avere migliorie importanti sulla nostra moto e in questo weekend i primi risultati si sono visti. Ora la moto la sento molto più mia e questo podio vale quasi una vittoria. Di lavoro da fare ce n’è ancora tanto e ho bisogno che Yamaha creda in me visto che sarò qui anche il prossimo anno. E’ stato complicato ottenere le modifiche a livello di setting perchè, logicamente, ci sono Quartararo e Viñales che vanno fortissimo per cui dovrei adeguarmi al mezzo che guidano loro. In realtà credo di aver ancora molto da dare e mi reputo in grado di dare buone indicazioni al team”

Valentino Rossi, terzo, ritorna sul podio che mancava da aprile 2019

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus