MotoGP, Dovizioso: “A Motegi per tornare protagonisti”

Il Gran Premio del Giappone di Motegi apre il trittico asiatico, che andrà a completarsi in rapida successione con le prove di Phillip Island e di Sepang. Dopo la deludente gara di Motorland Aragon, Andrea Dovizioso, che insegue Marc Marquez a 16 punti di distanza, deve andare all’attacco per impedire allo spagnolo di prendere il volo definitivamente.

Andrea Dovizioso (qui al Mugello) sarà chiamato ad andare all’attacco a Motegi, per insidiare la leadership di Marc Marquez (foto da: cordobacompeticion.com)

Secondo lo scorso anno, il pilota italiano è convinto di poter tornare a giocarsi la vittoria e, quindi, le sue chance di titolo. “Motegi è una pista speciale per me, una delle mie preferite. Questo perché si frena molto forte, e sono sicuro che su questo circuito potremo essere di nuovo protagonisti” – ha spiegato il forlivese – “Sono molto fiducioso perché qui ho sempre ottenuto dei buoni risultati in MotoGP, conquistando due volte la pole position e lo scorso anno sono arrivato secondo. Le prossime quattro gare saranno molto importanti per la lotta per il titolo e noi siamo pronti a giocarcela fino alla fine con Marquez“.

Dall’altra parte, anche Jorge Lorenzo si avvicina all’appuntamento nipponico con molta fiducia, derivantegli dal buon periodo attraversato, culminato con l’ottima prova messa in pista nella scorsa gara, chiusa al 3° posto. “Il podio di Aragon è stato molto importante per la squadra e ha confermato che la direzione che abbiamo intrapreso è quella giusta” – dice il pilota spagnolo – “Ora comincia la parte finale del Mondiale, con queste tre gare consecutive, e il mio obiettivo è sempre lo stesso. Voglio lottare sempre per il podio e puntare alla mia prima vittoria con la Ducati“.

Motegi è uno dei miei circuiti preferiti, vincendo qui tre volte in carriera. Sono convinto che la nostra moto si possa adattare bene a questo circuito e potremo cogliere un buon risultato“, ha concluso il maiorchino.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo