MotoGP Argentina 2017, Vinales: “La squadra ha svolto un lavoro super. Un inizio davvero fantastico”

Seconda vittoria consecutiva su due gare disputate, con un margine di +14 su Valentino Rossi e addirittura +37 su Marc Marquez. Un avvio di stagione così, probabilmente, Maverick Vinales poteva immaginarlo nei suoi migliori sogni. E invece è tutta realtà, con lo spagnolo che si dimostra anche a Termas de Rio Hondo un tutt’uno con la sua M1, reagendo con calma dopo un avvio guardingo e, disfattosi di Crutchlow, ha approfittato della caduta di Marquez per involarsi.

Maverick Vinales, durante il vittorioso GP d’Argentina di ieri (foto da: ibtimes.co.in)

Fatico ancora a credere a quello che abbiamo fatto in queste due gare. Il team ha fatto un lavoro magnifico in questo weekend e meglio di così non poteva andare” – dice lo spagnolo della Yamaha – “Anche se non ero al 100%, mi sono sentito a mio agio sin dal warm-up, consapevole di poter andar forte anche in gara. Quando è caduto Marquez, ho pensato di non rischiare, ma alle mie spalle c’erano Valentino e Cal che andavano molto forte. Per cui ho dovuto spingere al massimo“.

Se avessi preso lo stesso Marc? Credo che avevo ancora del margine” – spiega Vinales – “Non sarebbe stato affatto facile, ma penso che lo avrei ripreso anche senza caduta. Oggi mi sentivo molto bene e la moto andava esattamente come volevo. Quando mi sento così, sono in grado di fare grandi cose. Sono riuscito a conquistare 25 punti molto importanti in ottica campionato. Per il momento, comunque, devo pensare di gara in gara e a fare il mio meglio. Credo che la Yamaha possa stare davanti in ogni gara, quindi devo lavorare per esserci“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo