MotoGP Aragon 2017, Dovizioso: “Siamo pronti. Rossi? Non mi aspettavo tornasse così presto”

Andrea Dovizioso si presenta fiducioso e battagliero alla consueta conferenza stampa del giovedì, che precede la prova di Motorland Aragon, sede del Gran Premio d’Aragona, 14.esima prova del Motomondiale 2017. Il pilota della Ducati, dopo il 3° posto rimediato a Misano Adriatico, spera di poter fare bene su un circuito che non gli ha mai sorriso particolarmente, incamerando punti ottimi nel duello iridato con Marc Marquez. Non può mancare chiaramente il commento sul rientro a tempo di record di Valentino Rossi, che ha sorpreso molto il forlivese.

Andrea Dovizioso, durante la conferenza stampa del giovedì del Gran Premio d’Aragona (foto da: motogp.com)

Sono molto sorpreso dalla notizia del suo rientro, poichè non mi aspettavo rientrasse qui ad Aragon. Non vedo l’ora di incontrarlo e di fargli delle domande, perché sono curioso anche io” – dice Dovizioso – “Lo guardo in modo affascinato perché mi fa molto piacere qualsiasi pilota che cerca di correre dopo aver subito fratture di quel tipo. Ancora di più Valentino, che non molla in ottica campionato e vuole rientrare il prima possibile. Non penso sia matematicamente fuori, ma diciamo che per lui è molto difficile recuperare i punti di svantaggio che ha. Bisogna vedere come sta, anche se Valentino è abituato a essere unico e particolare“.

Il focus del Dovi si sposta poi su una possibile alleanza con il Dottore in chiave anti-Marquez: “Non credo che il rapporto di Valentino con Marc sia dei migliori, ma non faccio strategie riguardo queste cose. Guardo a noi e dobbiamo portare a casa il massimo” – taglia corto il pilota Ducati – “Poi può succedere di tutto e ci saranno tanti piloti che potranno intromettersi, ad esempio Zarco. Sinceramente non vedo Valentino come arbitro del Mondiale. Chiaramente la tensione è differente rispetto all’inizio del campionato, ma ognuna delle gare che mancano alla fine non sono ultime occasioni. Ci sono ancora tantissimi punti da assegnare e può succedere di tutto. Potremo usare tanti approcci nelle gare che mancano“.

Siamo prontissimi per giocare le nostre carte, anche se non sappiamo ancora quanto potremo essere competitivi. L’anno scorso su questa pista facemmo alcuni cambiamenti sulla moto e diventammo molto veloci, chiudendo al meglio la stagione. In gara non facemmo bene, ma fu un problema di gomme” – spiega ancora Dovizioso – “Sia Marquez che Vinales qui vanno forte. Non sarà facile, ma mi aspetto di giocarmela con loro. Se le condizioni meteo saranno stabili e tutti i turni saranno sull’asciutto potremo fare bene. Partiamo come se fossimo in Qatar, perché io e Marquez siamo a pari punti e Maverick è vicino. Il lavoro fatto fino a qui è stato importantissimo, ma a livello di punti ripartiamo da zero e abbiamo due o tre carte da poterci giocare. Quanto saremo competitivi lo scopriremo nel corso delle gare. Dobbiamo solo lavorare al massimo, poi vedremo“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo