MotoGP, Andrea Iannone: “Siamo partiti con il piede sbagliato. Poi è andata meglio”

Andrea Iannone, con la sua Suzuki, ha conquistato il terzo tempo nella prima giornata dei test IRTA a Phillip Island. Il pilota di vasto, dopo una mattinata problematica, è riuscito a migliorare sensibilmente al pomeriggio, grazie a degli accorgimenti di assetto, fino a portarsi a +0.429 dal miglior tempo di Marquez.

Terzo miglior tempo per Iannone, nella prima giornata di test in Australia (foto da: bikerspirit.net)

La prima parte di giornata, oggi, è stata davvero dura per noi” – dice il pilota Suzuki – “La moto non ha lavorato molto bene, abbiamo avuto diversi problemi e il feeling non era affatto ottimale. Nel corso della sosta, prima di rientrare in pista, abbiamo fatto un cambiamento nell’assetto della moto e siamo riusciti a migliorare facendo passo dopo passo. Dopo la moto mi è piaciuta molto di più, sono riuscito a guidare meglio e alla fine sono stato molto soddisfatto. Anche il passo è migliorato“.

Per domani sarà fondamentale continuare a lavorare sul passo. Ma cureremo anche il giro veloce” – specifica il pilota abruzzese – “Oggi non abbiamo testato pneumatici nuovi, anche perchè la priorità era e resta il comprendere al meglio la nuova moto. Forse lo faremo domani o, al massimo, l’ultimo giorno. Comunque penso di aver intrapreso la strada giusta per migliorare la moto, anche se per me è chiaramente tutto nuovo“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo