MotoGp 2019 Gp d’Italia, dichiarazioni di Dovizioso e Petrucci dopo le qualifiche

Si è conclusa la seconda giornata del Gran premio d’Italia, sulla pista del Mugello. Le qualifiche hanno visto la Ducati fare prestazioni non proprio all’altezza, con un terzo posto ottenuto da Petrucci ed un nono da Dovizioso.
Dovizioso in allenamento prima di scendere in pista al Mugello.
Fonte: Twitter Dovizioso

In prima posizione, come di consueto, il campione del mondo in carica Marquez. Sullo spagnolo, comunque, sono nate delle polemiche riguardo il suo comportamento in pista. E’ stato dietro al pilota romagnolo sfruttandone la scia, per poi stampare il miglior tempo:

«In realtà che Marc sia primo o terzo cambia poco, lui il tempo lo fa comunque. Io ero dodicesimo in quel momento, la prima gomma era la media e non ho fatto un buon giro e poi c’è stato anche il sorpasso con Marc. Mi sono concentrato al meglio, non ho fatto un giro perfetto ma sono riuscito a rifare un 46.2 che non è male. Lui riesce a fare dei gran numeri quando ha questo gap, infatti ha registrato un tempo esagerato».

Per quanto riguarda la gara di domani, non ci sono previsioni da fare. L’incertezza domina, visto che tutti hanno girato in maniera forte, ognuno con la propria strategia:

«Non è chiaro per niente cosa succederà domani in gara. Tutti hanno girato forte, ognuno con la propria strategia. C’è chi ha messo le gomme nuove nella seconda uscita e ha girato veloce, un passo che domani non si vedrà in gara. Il vero passo lo vedi dopo 7 o 8 giri. Non so cosa aspettarmi sopratutto per il consumo delle gomme. C’è stato un grosso calo nella seconda uscita un pò per tutti, cosa anomala per il Mugello ma non è sempre veritiera questa cosa”.

Un’immagine della moto di Petrucci in curva al Mugello.
Fonte: Twitter Petrucci

Il suo compagno di squadra Petrucci ha preso la parola per fare i complimenti a Marquez, elogiandolo per la sua capacità di adattarsi ad ogni condizione di gara. Inoltre ha voluto chiarire riguardo le sue condizioni fisiche, non eccelse. Bisognerà vedere come si sente domani:

«Qui c’è tanta aspettativa per la Ducati ed è positivo aver conquistato la prima fila. Ieri non eravamo messi bene, ma oggi abbiamo fatto un buon passo in avanti: sarà una gara complicata, bisognerà gestire bene le gomme. Da mercoledì non sto bene, vediamo come sarò messo domani: faccio fatica a respirare, avevo moltissimo mal di gola e febbre e ho dovuto prendere gli antibiotici e mi hanno indebolito. Adesso non sto male, però quando sono in moto respiro male e mi fanno male i muscoli, a fare qualsiasi cosa. Dopo un po’ di giri, anche se non spingo forte, ho male ai muscoli: sono gli antibiotici».

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega