Moto GP, Dell’Igna soddisfatto delle prestazioni della Ducati

Momento magico quello della Ducati. La scuderia di Borgo Panigale ha ottenuto due vittoria consecutive in Motogp, grazie a Dovizioso, al Mugello e a Barcellona. Impresa che non capitava dal 2010. A questa va aggiunta l’importante affermazione di Marco Melandri in Superbike la scorsa domenica.

Un sogno per la Ducati, se si pensa che le ambizioni d’inizio stagione erano completamente diverse. La soddisfazione è palpabile soprattutto dalle parole parole di Gigi Dall’Igna, direttore generale di Ducati Corse che, hai microfoni de La Gazzetta dello Sport, ha parlato dei tre successi consecutivi della scuderia italiana

Difficile per chiunque ripetere un’impresa così: tre vittorie nei due campionati più prestigiosi“. Così ha esordito Dall’Igna, che ha non ha nascosto che si aspettava di vincere al Mugello. A Barcellona e in Superbike le vittorie sono state più inaspettate ma anche per questo molto belle per la Ducati.

L’incidente di Chaz Davies avrebbe potuto rovinare i piani della Ducati ma, come ha detto Dall’Igna, il pilota si è subito ripreso ed ha avuto la possibilità di correre già domenica ed i contribuire al successo della casa di Borgo Panigale. Per poter completare la festa rossa, manca solo una cosa, cioè la vittoria di Jorge Lorenzo sulla Ducati.

Gigi Dall’Igna, Direttore Generale Ducati (foto da: soymotero.net)
 

In Olanda è sempre andato forte, e nel complesso ci sono segnali di miglioramento. Siamo molto fiduciosi, noi e lui“. Cosi si è espresso Dall’Igna in merito al pilota spagnolo, giunto alla scuderia italiana per riportare quel titolo che manca dai tempi di Casey  Stoner.

In merito alle possibilità di vittoria del mondiale, Dall’Igna cerca di mantenere un profilo basso: Secondo lui è troppo presto per parlarne e l’attenzione di tutto il team, al momento, è concentrato sul Gran Premio di Assen, dove sarà importante replicare i risultati ottenuti in precedenza

Dall’Igna ha poi concluso la sua intervista dicendo che sia Ad Assen che in Germania la moto presenterà lo stesso tipo di set up, con cui ha affrontato le precedenti gare. Solo dopo la sosta estiva verranno apportate delle modifiche alla Desmosedici.