MLS 2019, 6 giornata: prosegue la marcia dei Galaxy, Columbus si conferma al primo posto ad Est. LAFC vince il big match di West. Spettacolo tra Orlando e Colorado

Bene anche Seattle, Toronto, Philadelphia e Toronto. Montreal dorme. Prima vittoria per San Jose.

Vancouver Whitecaps vs Los Angeles Galaxy 0-2: Terza vittoria consecutivi per i californiani. Vancouver sempre peggio. Non è passato neanche un minuto dal fischio d’inizio quando Vancouver ha già la possibilità di andare in vantaggio. Jørgen Skjelvik trattiene Lass Bangoura sotto gli occhi di Baldomero Toledo. Ali Adnan si incarica della battuta del rigore calciando un cucchiaio bruttissimo(il tiro si è alzato di pochissimo da terra, ndr) diventando così anche oggetto di scherno da parte di Ibra che se la ride fragorosamente. Vancouver non rimane imprigionata nell’errore e cerca il gol che non arriva. I Galaxy dopo un primo tempo anonimo partono meglio e al 62′ trovano il vantaggio: assist al bacio di Ibra che pesca la testa di Daniel Steres, il quale non deve fare altro che accompagnare dentro la rete. Ci pensa poi ancora Ibra a chiuderla al 70′ grazie ad un controllo di petto in piena area e alla successiva girata tutta potenza e precisione che non lascia scampo a Maxime Crépeau. A pochi minuti dalla fine, Derek Austin Cornelius prova a riaprirla con una bella conclusione da lontanissimo, spentasi nelle mani di Davin Bingham. I Galaxy balzano così al secondo posto ad un solo punto di distanza da LAFC.

New York City vs Montreal Impact 0-0: Scialbo 0 a 0 che non premia New York ma che invece salva Montreal. New York domina il primo tempo trascinata dal solito Mitrita non riuscendo però a sbloccare il risultato. È ad inizio ripresa che NYFC è vicinissima al vantaggio quando l’assist di rabona di Valentín Castellanos, non viene concretizzato da Ronald Matarrita.  Al 63′ trova il colpo vincente con Jesús Medina ma Ted Unkel annulla per fuorigioco dello stesso paraguaiano. Pochi minuti dopo Montreal rimane in dieci per l’insensato pestone di Urruti su Maxime Chanot. La gara si conclude con la conclusione sopra la traversa di Zakaria Diallo. Buona prestazione di New York, che però deve essere più cinica e precisa. Montreal invece deve cercare di mettersi in carreggiata quanto prima. 

Toronto vs Chicago Fire 2-2: Si ferma la striscia positiva di Toronto, fermato da un coriaceo Chicago.

Dopo aver sondato il terreno in un paio di occasioni, Toronto passa vantaggio. Nick DeLeon blocca l’uscita di Niemanja Nikolics, appoggia per Alejandro Pozuelo che mette al centro per la testa di Jozy Altidore. Chicago pareggia a fine primo tempo. Lancio lungo di Jeremiah Gutjahr, Charles Sapong aggancia perfettamente e in contro tempo batte Alex Bono. Il match rinizia con Altidore che vede negarsi la doppietta da David Ousted e, in seconda battuta, da Marcelo. Il controllo troppo rilassato (cercare alternative) di Richie Laryea, attiva il contropiede di Chicago che con Nikolics non perdona. 2-1 e risultato ribaltato. Parziale che viene nuovamente ribaltato al 75′ dal pareggio di testa di Jonathan Osorio sul cross teso di Altidore. Gara piacevole, conclusasi con il giusto risultato. 

D.C. United vs Los Angeles FC 0-4: Lo scontro diretto tra le migliori franchigie se lo aggiudica LAFC con un sonoro 4-0.  I californiani hanno l’occasione per il vantaggio già all’ottavo minuto su rigore ma Bill Hamid para il tiro di Carlos Vela che fallisce anche le due ribattute andate a finire sul palo e una fermata da Steven Bimbaum.  Vela però non sbaglia poco dopo. Leonardo Jara appoggia lateralmente per Russell Canouse che in contro tempo si fa intercettare il pallone da Adama Diomandé, bravo a crederci e a lanciare Vela (15′). Los Angeles raddoppia dieci minuti con la (prima) rete di Diego Rossi (27′). Rossi che si ripete cinque minuti più tardi con un gol simile alla rete siglata da Del Piero nella semifinale del Mondiale 2006 contro la Germania. Sino a qui prestazione anonimo di Wayne Rooney, atteso protagonista, che si fa notare solo al 49′ per un brutto intervento di frustrazione su Rossi. Rosso diretto e D.C. in dieci. E paradossalmente è proprio in 10 che D.C. trova la sua unica occasione con Frederic Brillant, respinta da Eddie Segura. Un’incauta uscita di Tyler Miller rischia di regalare la rete della speranza a  D.C. ma il solito Segura dice ancora di no. A quindi dalla fine, tripletta di Rossi conseguente poker di LAFC. Che il mix di giovani e giocatori esperti possa regalare a LAFC le gioie di Atlanta dello scorso anno? 

New York Red Bulls vs Minnesota United 1-2: È Minnesota a passare in vantaggio: Romain Metanire lancia in profondità Angelo Rodriguez che controlla, si gira e appoggia per Abu Danladi (34′). A fine primo tempo occasione per New York: Bradley Wright- Phillips lavora bene di fisico sfuggendo a Ike Opara e trova la conclusione, troppo centrale per Vito Mannone. Avvio di ripresa che vede il raddoppio ospite. Francisco Calvo mette in area dove trova il sempre puntuale Rodriguez, bravo nel controllo e a trovare la conclusione che viene sporcata da Aaron Long, risultando però precisa per il bel tiro al volo di Romario Ibarra (50′). Dalla tutt’altro che perfetta respinta di Mannone sul colpo di testa di Tim Parker, arriva il tap-in di Cristian Casseres (70′). Minnesota accarezza anche l’idea del terzo gol nel finale ma Luis Robles compie un bel intervento e si rifugia in angolo. Terza sconfitta consecutiva per i newyorchesi, ritorno alla vittoria invece per Minnesota dopo le sconfitte con i Galaxy e con New England. 

 

 

Orlando City vs Colorado Rapids 4-3: Non è stata di certo una partita per ansiosi o timidi di cuori. Orlando e Colorado si sono affrontate a viso aperto, ribattendo colpo sul colpo all’avversario. Hanno dato vita ad una bella, bellissima partita al cardiopalma. Da molto tempo non si vedeva una gara così incerta ed emozionante non solo in MLS, ma nel panorama internazionale.

Il primo gol è dei Rapid all’ottavo: cross con scavetto al bacio di Dillon Serna per Kei Kamara che controlla di testa e mette dentro. La risposta di Orlando non tarda ad arrivare e in tre minuti ribalta il risultato. Ruan se ne va con un tunnel a Serna e mette in mezzo un assist che non trova nessuno. João Moutinho raccoglie a sinistra l’assist a vuoto di Ruan e rimette al centro per la testa di Nani che pareggia (31′). La seconda rete arriva su un contropiede condotto da Ruan che prova a servire Jhegson Mendez Carabali, Deklan Wynne svirgola, la palla arriva a Dominic Dwyer, il quale calcia su Tim Howard, Tesho Akindele firma il sorpasso (33′).  Al 60′ risultato ancora ribaltato con il pareggio di  Nicolás Mezquida. Dieci minuti dopo un nuovo colpo di scena: Cole Bassett se ne va a Robin Jansson lasciando poi partire un tiro a giro che batte Brian Rowe. Come nei migliori thriller, accade l’impensabile. Mueller trova il pareggio all’81’ e poco dopo ecco il momento  clou del match: Axel Sjöberg manca il colpo di testa, ma non quello con la mano sul cross del forsennato Ruan. Rigore netto trasformato da Nani che mette fine ad una partita bellissima. Orlando torna alla vittoria dopo la sconfitta con D.C. United e lo fa nel migliore dei modi. Colorado, dal canto suo, vede sfuggire solo all’ultimo la possibilità di un colpo di coda alla serie negativa e torna a casa con altri quattro gol sul groppone, come nella trasferta di Houston. incassa altri quattro gol dopo la trasferta di Houston.

Philadelphia Union vs FC Dallas 2-1: Dallas passa sulla punizione di potenza di Reto Ziegler ma poco fa per mantenere ed incrementare il vantaggio. Philadelphia invece si rende pericolosa in diverse occasioni ma non riesce a tramutale in gol, fino al’84. Il tiro di Jamiro Monteiro viene respinto alla buona da Jimmy Maurer, Cory Burke si fionda sulla ribattuta  ma viene trattenuto da Matt Hedges. Tim Ford decreta la massima punizione di cui si fa carico Marco Fabián che però sbaglia. Ci pensa lo stesso Burke a realizzare. Ad inizio recupero ecco il gol vincente. Ilsinho supera John Nelson e Ryan Hollingshead con uno scavetto e serve Alejandro Bedoya che ne dribbla due per poi trovare il clamoroso vantaggio. Dallas incappa in una sconfitta che mancava da due partite. Phili rimane nella giusta scia per la vetta. 

Columbus Crew vs New England Revolution 1-0: Columbus la sblocca sul finire di primo tempo quando Josh Williams spizza quel tanto che basta la punizione di Federico Higuain(41′). Gara che prosegue con vani tentativi dei Crew di raddoppiare spedendo però tutte le migliori occasioni a lato. Verso la fine, i Revolution sfiorano un clamoroso pareggio con Cristian Penilla che cerca di sfruttare un’imprecisione di Héctor Jimenez. Columbus con il minimo sforzo ottiene il massimo risultato e consolida il primo posto. 

San Jose Earthquakes vs Portland Timbers 3-0: Prima vittoria per Matias Almeyda in questa stagione sino a qui negativa, la peggiore nella storia di San Jose.

Reti che arrivano tutte nel primo tempo. Apre Shea Salinas ribattendo a rete il potente cross rasoterra di Cristian Espinoza (15′). In due minuti San Jose la chiude. Danny Hoesen riceve da Salinas, appoggia di tacco per Magnun Eriksson che calcia trovando la respinta di piede di Jeff Attinella, da due passi è Hoesen a metterla dentro(33′). Tris realizzato da Cristian Espinoza che partito da centrocampo, conclude la cavalcata lasciando partire un rasoterra sul primo palo di Attinella. Portland spinge e al 55′ rimedia anche un rigore, calciato da Valeri e parato con i piedi da Vega. A venti dal termine, Lima fa il quarto con un bolide dall’inizio dell’area insaccatosi ancora una volta sul primo palo di Attinella. Rete però che viene annullata per fuorigioco. Gli undici di Almeyda lasciano così i Timbers vincolati all’ultimo posto e salgono al nono posto. 

Seattle Sounders FC vs Real Salt Lake 1-0: Quarta sconfitta consecutiva per Salt Lake, entrata nel circolo vizioso della sconfitta dopo l’unica vittoria con Vancouver.  Continua la ricerca della vetta occupata da Los Angeles FC per Seattle. Seattle vicina al vantaggio due volte ma entrambe le volte un reattivo ed attento Nick Rimando evita la rete. Rimando che però nulla può al 18′: il cross di Bradley Smith attraversa l’area, Cristian Roldán raccoglie e rimette al centro dove il mancino al volo del capitano Nicolás Lodeiro sblocca il risultato. Sul finire del primo tempo Sam Johnson non riesce nel capitalizzare la mancata presa in uscita alta di Stefan Frei. Seattle chiude la prima frazione con un sospiro di sollievo. Secondo tempo all’insegna dell’assedio di Salt Lake che per imprecisione (tiro di poco fuori al 53′) e sfortuna (palo al 73′) non riesce nell’affondo decisivo.

FC Cincinnati vs Sporting Kansas City 1-1: A passare per prima è Cincinnati che, dopo aver rischiato di subire gol, ottiene un rigore per fallo di Andreu Fontàs su Roland Lamah. Darren Mattocks trasforma (19′). Passano una ventina di minuti e Darren Mattocks colpisce il palo sfiorando così il raddoppio. Squadre che rientrano dagli spogliatoi con lo stesso atteggiamento visto nei primi quarantacinque minuti e di fatti Kansas ha varie occasione e Cincinnati manca l’appuntamento con il gol sicurezza. Ed è proprio dopo questa azione che la vecchia regola si materializza ancora una volta. Gol mancato, gol subito.  Un’incomprensione tra Greg Garza e Spencer Richey, complice anche la caduta a terra dello stesso Garza, lascia la porta libera a Gianluca Busio che non sbaglia e trova un prezioso pari per Kansas. Cincinnati paga le troppe occasioni non sfruttate. Kansas fredda, non solo geograficamente. 

Top 11 della settimana

4-4-2:  Daniel Vega  (San Jose Earthquakes); Ruan (Orlando City SC), Reto Ziegler ( FC Dallas), Waylon Francis ( Columbus Crew), Joao Moutinho (Orlando City SC); Cristian Espinoza ( San Jose Earthquakes), Mark-Anthony Kaye ( Los Angeles FC), Latif Blessing ( Los Angeles FC), Diego Rossi ( Los Angeles FC); Tesho Akindele ( Orlando City SC), Zlatan Ibrahimovic ( Los Angeles Galaxy). 

Allenatore: Mathias Almeyda ( San Jose Earthquakes)

MVP della settimana: Cristian Espinoza ( San Jose Earthquakes)

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SNAI

5€ Bonus Scommesse alla Registrazione

Roberto Gentili

Informazioni sull'autore
Cresciuto a pane, calcio e sport.
Tutti i post di Roberto Gentili