Milan-Verona 3-2, le dichiarazioni post partita di Stefano Pioli: “Grande prova di maturità. Castillejo esempio da seguire”

Il Milan batte il Verona in rimonta e, in attesa di Napoli-Torino, sale al primo posto in classifica con 22 punti. Nonostante le assenze di Maignan e Theo Hernandez, i rossoneri riescono a portare a casa 3 punti preziosissimi che danno morale in vista del delicato impegno di martedì, in Champions League, contro il Porto. Queste le parole di Stefano Pioli nelle consuete interviste post partita.

Il Milan soffre ma alla fine riesce a battere in rimonta l’ostico Verona di Igor Tudor portando a casa 3 punti preziosissimi che, in attesa di Napoli-Torino, valgono il primo posto in classifica con 22 punti (1 in più dei partenopei). Dopo il primo tempo da incubo, chiuso sul 2 a 0 in favore degli scaligeri grazie alle reti di Caprari e Barak (rigore), i rossoneri rialzano la china nel secondo tempo e, grazie alle reti di Giroud e Kessie (rigore) e ad un autogol di Gunter, ribaltano il risultato portando a casa una vittoria che, come detto, vale momentaneamente la vetta della classifica in Serie A.

Milan-Verona: dichiarazioni post partita Stefano Pioli.
Milan-Verona 3-2: le dichiarazioni post partita di Stefano Pioli.

Migliore in campo, contro i veronesi, Samu Castillejo che, complice la situazione di emergenza, viene schierato a inizio secondo tempo al posto di Saelemaekers. Lo spagnolo disputa un’ottima partita guadagnando prima il calcio di rigore che al 76′ vale il 2-2 di Kessie e poi provocando l’autogol di Gunter che al 78′ infila goffamente la propria porta. Una prestazione esemplare, quella dell’ex Villarreal, che Stefano Pioli ha elogiato felicemente nelle consuete interviste post partita:

Castillejo deve essere preso da esempio. Le mie scelte lo hanno penalizzato, ma lui ha continuato a lavorare. Sono davvero felice per lui e sono contento che chi entra si fa trovare pronto. 

Il tecnico dei rossoneri ha poi analizzato a grandi linee la partita coi gialloblù dicendo:

Nel primo tempo il Verona è stato più pronto di noi, siamo stati sfortunati sul rimpallo del primo gol. Noi ci abbiamo creduto, eravamo convinti a fine primo tempo. Ci siamo riusciti, è una grande prova di maturità. Le assenze? Dobbiamo avere continuità per essere sempre competitivi. Dobbiamo pensare ad una partita alla volta. Ora pensiamo alla Champions e poi penseremo alla prossima gara di campionato. Il club ha costruito una grande squadra. Anche con le assenze, posso mettere in campo sempre una squadra forte. Il merito è dell’area tecnica che mi ha messo a disposizione una grande rosa.

In conclusione, Pioli ha quindi parlato anche del ritorno in campo di Ibrahimovic:

La presenza di Ibra è importantissima, lo sanno tutti. Non è ancora in condizione ottimale, spero che cresca e che stia bene fisicamente. Spero possa giocare tante partite. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Nicola Patrissi

Informazioni sull'autore
Maturità scientifica. Laurea in Lettere e Filosofia (Indirizzo moderno). Appassionato di scrittura, fotografia e calcio.
Tutti i post di Nicola Patrissi