Milan: incontro Fassone-Jorge Mendes per decidere il futuro di Andrè Silva

E’ un periodo instabile in casa Milan, nonostante la netta ripresa sul campo-ancora nessuna sconfitta in questo anno solare 2018, ben 9 risultati utili di fila in stagione fra campionato (5 vittorie e 2 pari) ed Europa League (ovviamente 2 vittorie).

Non sembra esserci pace, non bastassero i sospetti-finora smentiti- di bancarotta di Yonghong Li, ci si mettono anche alcune situazioni interne all’organico a destabilizzare il gruppo.

Dopo i dubbi sulla permanenza di Nikola Kalinic-deludente il suo andamento finora-in casa rossonera  ci si ritrova ora ad affrontare un’altra crisi e curiosamente relativa ad un altro attaccante, il portoghese André Silva.

Così come il sopra citato croato, anche André Silva è stato uno degli acquisti della faraonica campagna di calciomercato milanista dell’Estate 2017, un investimento abbastanza oneroso, ben 38 milioni di € versati dalla società rossonera nelle casse del Porto per accaparrarsi il giovane promettente attaccante, che però ad oggi non sembra aver esser propriamente valso per quanto è stato valutato: 8 gol segnati, tutti in Europa League, ancora quindi neppure un gol in Serie A, per non parlar del fatto che non va in gol ormai da 3 mesi esatti, precisamente dal 23 Novembre 2017, in rete due volte contro l’Austria Vienna.

Fonte: profilo “Twitter” ufficiale proprio dello stesso André Silva

Questa situazione ha richiesto l’intervento diretto dell’agente del giocatore, Jorge Mendes– considerato uno dei procuratori sportivi più importanti e influenti al mondo, alla pari di personaggi del calibro di Mino Raiola e Kia Joorabchian.

Il portoghese si è recato a San Siro per assistere al match di ritorno dei sedicesimi di Europa League contro il Ludogorets-pressoché una formalità dopo lo 0-3 dell’andata-a seguito del quale ha avuto un summit con l’amministratore delegato rossonero Marco Fassone per definire i dettagli del futuro del giocatore, a questo punto sempre più incerto: se è vero che la stagione volge al termine e che quindi, per convincere la dirigenza rossonera a mantenerlo nell’organico, il giocatore avrebbe ben poco tempo, lo è altrettanto il fatto che, come detto, la società ha investito molto su di lui, ed è quindi improbabile che se ne voglia sbarazzare così presto, con ovvia conseguente minus-valenza.

Una speranza ancora c’è, il giocatore potrebbe rientrare nel giro della Nazionale Portoghese in vista del Mondiale di Russia 2018, palcoscenico che potrebbe rilanciare le sue quotazioni, indi convincere i rossoneri a tenerlo o, al limite, dar loro la possibilità di cederlo comunque, ma ad una valutazione sicuramente maggiorata rispetto a quella presunta attuale, quindi senza perdere l’investimento fatto.  

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato