Milan, futuro Montella non è scontato: idee Spalletti, Mancini e Sarri

Il lavoro fatto quest’anno dal tecnico campano con la squadra rossonera è davvero straordinario, ma nonostante questo ci sono alcune voci che ritengono per nulla certa la sua conferma sulla panchina milanista. Nel caso dovesse partire, si punta ai timonieri di Roma e Napoli oltre che all’ex tecnico interista, per giunta poco gradito alla tifoseria proprio per i suoi trascorsi nerazzurri. In ogni caso dipenderà tutto dal closing su chi sarà a guidare i rossoneri nella prossima stagione.

Mettere in dubbio l’ottimo lavoro e soprattutto la conferma per la prossima stagione di Vincenzo Montella  alla guida del Milan sarebbe davvero una roba da folli, eppure secondo alcune voci non è così certa la sua permanenza in rossonero. Il tecnico milanista quest’anno ha stupito tutti avendo a disposizione una squadra mediocre e con un mercato in entrata per nulla esaltante, ma nonostante ciò ha vinto una Supercoppa Italiana ed è in piena corsa per un posto in Europa.

Tutto questo però, secondo delle voci giunte nelle ultime ore non danno per scontato la sua conferma al Milan, considerando che Montella piace a Juventus e Roma, infine dipenderà tantissimo dal closing del 13 aprile che varrà il futuro del tecnico e di tutto il club rossonero. La futura proprietà cinese crede in Montella, chiaramente dovrà meritarsi la conferma conquistando obbligatoriamente la qualificazione in Europa League.

Nel caso non dovesse centrare l’obiettivo, ecco chi potrebbero essere i suoi possibili sostituti: i nomi sono quelli di Maurizio Sarri  del Napoli, Luciano Spalletti della Roma e Roberto Mancini, quest’ultimo è un’ipotesi suggestiva e inoltre poco gradito alla tifoseria milanista, a causa dei suoi trascorsi sulla panchina dei “cugini”dell’Inter

Oggi comunque è davvero impensabile che Montella possa andar via dal Milan come allo stesso tempo è improbabile per non dire irreale la possibilità di vedere alla guida dei rossoneri i tre allenatori sopra citati. Solo dopo il closing si potrà capire quali saranno le strategie e le scelte della nuova proprietà per riportare il Milan al top.