Milan, futuro Ibrahimovic: “rinnovo, addio, o ritiro? Non ho ancora deciso”

Da quando ha fatto il suo ritorno a Milano, nel gennaio di quest’anno, Zlatan Ibrahimovic ha catalizzato ancora una volta tutte le attenzioni su di sé. 

Nonostante le trentotto primavere alle spalle, il campione svedese, ha avuto un primo nuovo impatto con il calcio europeo, sopra le aspettative, dimostrando un’ottima condizione fisica e di non aver perso il fiuto per il gol. Zlatan ha poi dato molto al Milan soprattutto dal punto di vista mentale, portando a Milanello la sua esperienza e personalità, andando ad alleggerire le pressioni sui compagni più giovani.

Ibra è legato al Milan da un contratto di sei mesi; non è un segreto che a convincerlo a tornare al Milan furono in primis Maldini e Boban, con lo svedese che si sentiva molto legato soprattutto al croato. Ma da quando Boban ha lasciato i rossoneri anche quello che sembrava un rinnovo scontato per Ibrahimovic, si è andato a complicare enormemente.

È ancora enorme l’instabilità all’interno della società rossonera, Boban licenziato, Maldini non più sicuro di restare, Elliot sembra aver dato pieni poteri a Gazidis, e Zlatan, in questa situazione di incertezza, potrebbe decidere di cambiare aria. 

Se la sua seconda esperienza milanista dovesse terminare con la fine della stagione, davanti a Ibra si aprirebbero due possibili strade, quella che lo porterebbe a proseguire la sua incredibile carriera, trasferendosi probabilmente in Cina, o forse in Svezia, per un’ultima avventura da calciatore, o quella che lo porterebbe a terminare qui con il calcio giocato.

Il numero 21 rossonero, che si trova ormai da qualche settimana a casa sua in Svezia, attendendo le decisioni del governo italiano sulla ripresa della Serie A, è stato pungolato dalle domande dei giornalisti, e ha spiegato proprio in merito al suo futuro: “Ho un contratto, vediamo come finisce, se finisce. Voglio dare un contributo e non giocare per quel che ho fatto o per chi sono. Vedremo che succede”.

Un’affermazione che non lascia tranquilli i tifosi rossoneri, che lo vorrebbero in gran parte ancora a Milano anche per l’anno prossimo, ma che non chiude a nessuna ipotesi, rimandando le decisioni ai prossimi mesi. 

La sensazione è che Zlatan non apprenderà gli scarpini al chiodo, almeno ancora per un altro anno. Si sente ancora pronto a fare la differenza anche in Europa, in un campionato importante come quello italiano. Ora la palla passa al Milan, che deve provare a convincerlo a restare, proponendo un progetto tecnico importante. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€