Milan-Cagliari 3-0, Dichiarazioni post partita Pioli: “È stato un girone di ritorno fantastico”

E’ uno Stefano Pioli decisamente soddisfatto, quello che si presenta ai microfoni, dopo il netto successo dei suoi ragazzi per 3-0 contro il Cagliari di Walter Zenga: “I ragazzi sono stati eccezionali, un girone di ritorno fantastico con ottime prestazioni. Al di là dei risultati positivi è stato importare creare una mentalità, deve essere una base su cui costruire un futuro ancora più soddisfacente”.

Pioli però è già proiettato verso la prossima stagione e afferma che il suo Milan deve ridurre le distanze dalle prime squadre del campionato, per lui essere a 12 punti dal 4° posto in classifica è troppo e lui, i suoi ragazzi e la società dovranno darsi parecchio da fare per riportare il Milan in Champions League.

Il tecnico rossonero continua a sottolineare l’importanza di Ibrahimovic: “È un campione in tutto quello che fa, ci ha dato un contributo importantissimo. I nostri miglioramenti sono andati di pari passo, individualmente e collettivamente”.

L’ex allenatore di Lazio e Inter oltre a Ibrahimovic riconosce i meriti di Kjaer e di tutto il gruppo in generale: “Gli arrivi di Ibra e di Kjaer hanno alzato il livello della squadra, ma non solo. E’ stato fatto un grande lavoro da parte di tutti”.

Il tecnico rossonero saluta e ringrazia Bonaventura al passo d’addio con i rossoneri: “Jack è stato un giocatore molto importante, un gran professionista, molto attaccato al lavoro e al Milan. Lo ringrazio per quello che ha fatto”.

Per Pioli il mercato sarà fondamentale e fa subito delle richieste precise alla società: “E’ chiaro che sono state fatte e saranno fatte della valutazioni. Il reparto dei centrocampisti non potrà essere composto solo da due titolari, ma da quattro titolari. Serviranno 22 titolari, servirà alzare il livello di tutta la squadra”.

Il tecnico afferma inoltre che vuole provare a far esplodere definitivamente Leao e che non vede l’ora di poter ritrovare dopo tanto tempo i tifosi allo stadio.

Luca Meringolo

Informazioni sull'autore
Laureato in Comunicazione e Dams, collaboratore di Klichè e StadioSport. Tifoso del Milan, ma sa riconoscere gli errori della sua squadra e loda anche gli avversari per i loro meriti. Obiettivo: giornalismo imparziale!
Tutti i post di Luca Meringolo