Milan-Atalanta, Dichiarazioni pre-partita Pioli: “Sarà una partita importantissima”

L’allenatore del Milan Stefano Pioli è intervenuto ai microfoni, alla vigilia della sfida tra il “suo” Milan e l’Atalanta allenata da Gian Piero Gasperini.

Parlando della partita di domani, il tecnico rossonero sottolinea come questo match sarà molto difficile. Sarà importante non cambiare mentalità, continuando il percorso intrapreso, cercando di migliorare quello fatto fino ad oggi. L’attenzione è tutta sulla sfida di domani.

Le emozioni non dovranno bloccare la squadra. I ragazzi dovranno dare il massimo. Ci vorranno concentrazione e motivazione.

Domani sarà una partita tra squadre che vorranno offendere, l’intensità e la qualità faranno la differenza. Bisognerà leggere molto bene le pieghe della partita, leggendole velocemente e interpretandole velocemente.

Milan-Atalanta, 37° Giornata di Serie A

Come risposta alla domanda, se questa sarà l’ultima partita di Ibrahimovic a San Siro, Pioli risponde così: “Mi auguro di no, è un campione con la C maiuscola. Non mi riferisco solo all’aspetto tecnico. Ho una stima nei suoi confronti che è smisurata. Mi auguro che non sia così, ma Zlatan ha l’intelligenza necessaria per decidere del suo futuro”.

L’ex allenatore di Lazio e Inter parla di Rebic e ne elogia tecnica, fisicità e carattere. Certamente questa stagione ha avuto molti problemi fisici, ma ora sta bene e può essere importante per la squadra rossonera.

Pioli parla anche della difficoltà che hanno i rossoneri nel segnare da calcio d’angolo. Si può e si deve fare meglio.

Parlando di Tonali, è lo stesso Pioli a lodare le sue capacità da incursore, infatti ha una gamba sopra la media e va sfruttato anche in questa situazione.

Luca Meringolo

Informazioni sull'autore
Laureato in Comunicazione e Dams, collaboratore di Klichè e StadioSport. Tifoso del Milan, ma sa riconoscere gli errori della sua squadra e loda anche gli avversari per i loro meriti. Obiettivo: giornalismo imparziale!
Tutti i post di Luca Meringolo